Friday, December 30, 2011


Clima festivo e persino un pò di fresco. In questi giorni ho dei simpatici ospiti di couchsurfing. Una coppia franco-danese e una coppia greca di ufficiali di marina. Questi ultimi sopratutto sono simpatici e hanno una storia veramente interessante nonostante abbiano solo 28 anni! Lui è capitano su quelle grandi navi da crociera, lei ufficiale ecologico, che non sapevo neanche che esistesse, controlla emissioni e riciclo rifiuti. Hanno fatto i Caraibi, il baltico, San Pietroburgo, Miami... con ciurme di 50 nazionalità diverse. Mi hanno assicurato che gli ufficiali migliori sono i norvegesi, i greci e gli italiani. Mi stanno rallegrando il fine d'anno. Per il 31 sera non so cosa farò... l'altro giorno ho preso un pollo, vedi foto, e dopo averlo pulito personalmente (me l'hanno dato ucciso e spiumato ma la pulitura è una vera ordalia!) l'ho preparato con una salsa ottima con le albicocche, tipo marocchino, ma poi era così duro che non riuscivo quasi a mangiarlo. Per domani sera ho portato dall'Italia un cotechino e vado sul sicuro con le lenticchie. Auguri a tutti!!

Friday, December 16, 2011


Arrivata a Cotonou con un tempo incredibilmente fresco grazie all'harmattan, nube di polvere rosa che arriva dal Sahara. Si sta impolverati per un pò, anche a finestre chiuse, ma almeno si dorme molto bene e anche di giorno non si suda. Speriamo che dura, in teoria fino a gennaio... poi sarà il caldo torrido fino a maggio. L'immagine dell'Africa, che dà un pò l'idea della grandezza del continente (e secondo me anche della relativa scarsezza di popolazione) l'ho presa da un ottimo sito che fa visualizzazioni grafiche www.informationisbeautiful.net.

Monday, December 12, 2011


Scusate se è poco... ho la foto col Papa!! Il lavoro è andato benissimo ed è stato in effetti molto interessante. Ho ricevuto una serie di rosari e medaglie che ho distribuito tra le amiche devote.

Thursday, November 17, 2011


In questi giorni ci stiamo preparando all'arrivo del Papa, e di migliaia di pellegrini, a Cotonou. Nella scuola delle suore verranno a dormire 350 ragazze e allo stadio e per tutta la città la gente dorme dove può. Noi stiamo lavorando per il servizio catering del Papa che ci è stato affidato. Lo chef Beppe è in fibrillazione, che va bene non essere religiosi ma è pur sempre un capo di stato. E le ragazze sono anche supercontente di cucinare e servire gli augusti ospiti. Perfortuna pare che il Papa non ama stare a lungo a tavola e quindi la sera potranno finire a un orario decente. La mattina invece cominciano presto visto che la colazione è alle 7. Io se potessi me ne starei chiusa in casa in questo weekend di delirio ma invece devo stare al Mamma Mia e forse anche alla Nunziatura. Ho il passi di sicurezza! Vedrò il Papa? Non so ancora, ma poi vi racconto.

Wednesday, October 26, 2011


Una cosa del Benin che mi piace molto è che c'è poca gente e molti bambini. In tutto il Benin ci sono solo 8 milioni di persone e la metà sono sotto i 18 anni. Sembra strano ma fa una bella differenza. A Roma cammino nel mio ricco quartiere e sono circandata da vecchi cadenti con badanti che trovo purtroppo deprimentissimi. Qui ovunque vado è pieno di bambini anche piccoli in giro a fare cose, tipo comprare il pane o andare a scuola o anche a lavorare devo dire che non è proprio un'ottima cosa ma l'effetto visivo diventa anche psicologico e c'è una netta sensazione di energia, di futuro, di opportunità. Per non parlare dei nostri progetti dove sono tutti dai 3 ai 20 anni e sono proprio un bel vedere. Io oramai un pò stancuccia sono proprio felice di vedere questi piccolini energetici ed entusiasti. Spero di rimanere qui a lungo...

Monday, October 24, 2011


In questi giorni a Cotonou si alternano tempeste di pioggia e vento fortissimi e giornate di caldo afoso che non si muove una foglia. Personalmente preferisco la pioggia ma solo perchè giro in auto e ho una casa ben protetta. La maggior parte della gente si bagna fino al midollo! Poi ho scoperto una serie inglese delirante, certo Doctor Who, che mi ha appassionata e quindi passo il tempo a vedere le varie serie. Tra il computer per i filmini e l'ipad per la lettura di libri credo che mi sto giocando la vista... ho sempre male agli occhi... mi sa che devo smettere e cominciare a fare attività non prevalentemente visive. Ma trovo la cosa impossibile, voglio solo leggere e fare sudoku... Nella foto il Circo Tokpa, coni ragazzi del mercato.

Friday, October 21, 2011


Adesso il nostro amato ristorante "Mamma Mia" è anche su google maps!! Siamo avanzatissimi. Proprio oggi sono andata a pranzo con amici ed è sempre ottimo. Ho addirittura esagerato e preso il tiramisu per finire. Mi hanno chiesto se so fare la pastiera e in linea di massima la saprei pure fare ma dove trovo il grano?? Mi sa che la prossima volta lo porto dall'Italia. Dovrei essere a Roma a fine novembre, parto dopo la visita del Papa in Benin. E indovinate chi darà da mangiare al Papa?? Il Mamma Mia! Per tre giorni ci trasferiamo armi e bagagli alla nunziatura e serviamo uno dei capi di stato più potenti del mondo...

Friday, September 16, 2011



La mia salute è migliorata e anche se forse potrei essere "intollerante al glucosio" non mi preoccupo. Vado di omeopatia. Sono invece stufa da stare da sola in ufficio, dove dovrò rimanere fino a fine mese, e non vedo l'ora che tornino le mie colleghe amministratrici. Tutti gli altri colleghi sono sui vari progetti e io sola soletta e con un sacco di lavoro non ne posso più. Domani sera ho un pò di movimento con la festa per i 20 anni di suor Miet in Africa. Andiamo tutti al Mamma Mia a festeggiare. Io porto le birre belghe perchè Miet è fiamminga e dice che la birra fa bene. Ho pensato che prendo la Leffe che piace persino a me!
Nella foto una piccola venditrice che si riposa alla baracca facendo musica.

Friday, September 02, 2011


Sono ancora shockata dal divario di civiltà tra nord e sud dopo una settimana di vacanza in Olanda. Detto questo non vedo l'ora di ripartire!! Una vera vacanza in luoghi completamente diversi, "esotici" e da spaesamento culturale mi ha fatto proprio bene. Progetto per novembre una visitina a Strasburgo, che mi sembra sufficentemente aliena. Quanto al Benin il ritorno è stato iperstressante sul lavoro, come sempre, ma anche iperinteressante con ancora nuovi progetti in incubazione. Quando ci fermeremo?? Adesso andiamo anche nelle prigioni... Non io ovviamente, che mi fa troppa impressione, ma un gruppetto di determinatissimi animatori con una suora austriaca che sembra la signorina Rottermeyer! Inoltre ieri ho avuto un piccolo mancamento e sono andata dal dottore che mi ha detto che a 50 anni è ora di fare un checkupino. Oggi in compenso rallento un pò e lavoro solo la mattina...

Thursday, July 21, 2011


Una cosa bellissima di stare qui è la Croce del Sud. Costellazione non tanto artistica, molto semplice, ma per me grande lettrice di avventure decisamente molto simbolica. Quindi quando la sera me ne vado in terrazza a godermi il fresco e alzo lo sguardo e la vedo all'orizzonte mi sento subito un pò più avventurosa. Che per una fifona come non è cosa da poco! E poi altra cosa bella è il numero innumerevole di bambini che ci sono da tutte le parti. Non sono particolarmente materna ma vedere tutta questa giovinezza e forza mi mette di buon umore e mi fa ben sperare per il futuro. Si lo so, è un segno di vecchiaia...

Tuesday, June 28, 2011


Alcuni alberi hanno un nome e non è il nome della specie è proprio il nome dell'albero! Evidentemente se l'è meritato, come nella terra di mezzo del Signore degli Anelli!

Wednesday, June 15, 2011


Continuo la serie delle ragioni per cui mi piace stare in Africa. Nella foto : Da sinistra, Salim è un re musulmano di Djougou, città del nord nota per la sua popolazione casinista. Ha fatto svariati anni di prigione perchè protestava all'università contro il regime socialista che limitava la lista dei libri di studio. Poi è diventato agronomo, e re del suo clan, e ora è il direttore tecnico della nostra fattoria. Poi c'è Ida, rifugiata congolese, dovuta scappare perchè minacciata da ragazzi soldato diventati grandi che non gradivano i suoi progetti di recupero. Ha lavorato un anno al centro della polizia dei minori e ora è governante del nostro foyer dell'excellence per ragazze ex-vittime di abusi, che fanno il liceo. Poi yours truly, che oramai mi vanto di ben 18 anni di esperienza nello sviluppo di cui 15 in africa, scusate se è poco. Infine la grande Maria Antonietta, 30 anni professoressa e direttrice di scuola in Italia e da 10 in Benin per creare tutto quello per cui lavoro oggi. Poter conoscere e frequentare persone come queste. Ecco perchè mi piace stare qui!!

Thursday, June 09, 2011


Ecccezzzionalmente faccio una seconda entrata oggi per segnalare che sono a 15.000 visite!! Urca!! E chi mi visita così tanto? Nella foto una delle tante ragioni per cui mi piace stare in africa...

Oggi magnifica giornata senza cellulare, provvidenzialmente dimenticato a casa, ma giuro non apposta. Dovrei farlo più spesso. Nella foto sono alla cerimonia dei diplomi alla fattoria ed è una foto veritiera, non sfumata o particolarmente bella ma mi sembra simpatica. Al mio fianco l'infaticabile Anto, e Laetitia, che gestisce un centro di accoglienza vicino alla fattoria e ci manda parecchie delle diplomande.

Wednesday, May 25, 2011


Oggi me ne parto per Porto Novo, più precisamente Takon, alla nostra Cascina Valponasca, per la liberazione del gruppo di ragazze in formazione agricola da tre mesi. Si chiama liberazione la fine del corso con consegna di diploma, si fa una specie di festina. A volte vorrei liberarmi anche io ma come dice il grande Totò, gli esami non finiscono mai! E quindi si tira innanzi. Si preannuncia anche un tempo piovoso, che sarebbe l'ideale per starsere a letto sotto una copertina invece che su una strada a alta velocità dove tutti guidano come matti. Nella foto la piccola classe pre-elementare di Thibault. Si spera che invogliandoli ad andare a scuola poi non debbano andare a lavorare nei campi!

Monday, May 02, 2011


Il Benin non sarà il Kenya o la Tanzania ma qualche piccolo scorcio di bellezza lo abbiamo anche qui. Non che io lo abbia mai visto. Mi fido delle foto riportate da gruppi di coraggiosi che si spingono su al nord e verso le frontiere. Io sono troppo pigra oramai per fare viaggi così lunghi. Sempre di più mi immagino che finirò a vivere nel raggio di pochi metri da casa mia. Dove peraltro di trova tutto! Ma per coloro che ancora amano l'avventura, e perfortuna qualche coraggioso si trova sempre, ci saranno sempre luoghi ancora lontani e se non proprio segreti almeno appartati e tranquilli.

Monday, April 11, 2011


Stanotte, tra le altre cose, ho sognato che con la mia amichetta Barbara del Bangladesh, organizzavamo il suo compleanno. Oggi la contatto su skype e le faccio gli auguri e effettivamente il suo compleanno è il 15 aprile. Un sogno premonitore!! Che figata!! Mi ero completamente dimenticata della data, come di tutte le altre... ma ovviamente il mio inconscio è più furbo di me. Perfortuna. Non so voi ma io mi sveglio la mattina, e anche durante la notte, esausta dai sogni che faccio che sono pieni di gente, corse e scale e organizzazioni varie. E' come se avessi un secondo lavoro, notturno. Nella foto una venditrice di bottiglie riciclate. Qui non si butta via niente.

Thursday, April 07, 2011


Tornata a Cotonou e trovato un giorno di festa, si riconferma il presidente dopo le elezioni considerate civili e trasparenti dall'ONU. Passata la giornata a ritrovare la mia cara casetta, a fare pulizie di fino, a rimettere in moto un frigo che era saltato in mia assenza, a parlare di lavoro con le amiche che sono anche mie colleghe. Per fortuna in Italia di lavoro non ci parlo quasi mai. In Italia invece ho passato il tempo a 1) organizzare la mia prima vera vacanza in 5 anni, una settimana sui canali olandesi... può parere modesto ma a me sembra un viaggio da favola, in più con tutti i miei cari amici intorno! Se non ci sgozziamo nello spazio ristretto della penichette sarà una supervacanza! 2) a rivedere amiche di infanzia e di liceo. Sarà il recupero delle tradizioni, sarà che i vecchi affetti sono come le vecchie coperte, morbide e comode. Comunque il bello è che ci si rivede e ci sono mille cose di cui parlare (non lavoro!) e subito si discute e ci si racconta come se venti anni non fossero passati. Una bella sensazione. Nella foto la compagna di liceo Monica nella sua versione Astarte.

Thursday, March 10, 2011


Caso mai vi siete chiesti ma cos'è questo vudu, come funziona... eccovi qui una bella fotina di un altarino vudu in uno dei villaggi dove interveniamo. Courtesy di un gruppo che è venuto a visitarci per un viaggio equo e solidale e ha fatto un sacco di belle foto che quindi potrò propinarvi a poco a poco. Devo dire che quando ho belle foto mi fa più voglia di scrivere... Nel frattempo ci vediamo a Roma dal 14 al 4 aprile. Baci a tutti!

Friday, January 07, 2011


A Cotonou si vedono spesso incidenti stradali. Almeno uno alla settimana a volte anche di più e in genere sono coinvolti i motorini che qui sono il mezzo più diffuso. A volte si scontrano tra loro, a volte vengono messi sotto da auto o camion. Se tutto va bene non ci sono morti ma solo feriti e allora si vede una cosa molto curiosa, l'incidentato è steso lì per terra, e smanetta col cellulare ovviamente per chiamare aiuto. I passanti sono li intorno che discutono e guardano... Si formano delle file di auto lunghissime perchè tutti vogliono dare un'occhiata. Il mio autista passa e a volte dice : il est foutu! cioè il danno visibile è grave ed è solo questione di tempo prima che spiri.... Nella foto una promozione della formazione agricola alla cascina.