Wednesday, December 31, 2008


Per segnare il passaggio dell'anno, che qui non si sente assolutamente e non si fa vacanza neanche un giorno!, oggi mi sono dedicata a disegnare il mio mandala per il 2009. Ho cominciato l'anno scorso, quindi non posso proprio parlare di tradizione, ma diciamo che è un bel modo per rivedere l'anno passato e fissare i punti importanti per quello a venire. Inoltre ho deciso che devo veramente riprendere ad ascoltare musica. Per un lungo periodo avevo smesso ma ultimamente mi è ricapitato di sentire dei brani e veramente è il modo migliore per rimettersi in sincronia. Un abbraccio a tutti vicini e lontani e arrivederci nell'anno nuovo.

Saturday, December 20, 2008


We wish you a merry christmas, we wish you a merry christmas, we wish you a merry christmas and a happy new yeaaaaar. Ieri ho fatto l'albero di natale, credo per la prima volta in 15 anni ma devo dire che l'entusiasmo delle bambine mi ha contagiato e oramai sono nello spirito natalizio. Ovviamente Mimina gradisce il calore supplementare delle lucine, anche se non capisco bene come, con il caldo incalzante che diventa insopportabile. Oggi a mare con Francesca e serata tranquilla. Sono distrutta da vari seminari e dalla festa del natale alla baracca che c'è stata venerdì pomeriggio, un delirio, ma gran divertimento per tutti. Anvora auguri a tutti voi!

Sunday, December 14, 2008


Al mercato il giorno dopo il comitato ha visitato la baracca stapiena di bambini che venivano da tutti i siti e poi sono andati alla maison de l'esperance dove avevano ordinato un pranzo per 40 persone ed erano 55!! Io sono rimasta in piedi e ho vegliato che tutto il servizio andasse in ordine ma perfortuna oramai sono bravissimi e fondamentalmente mi aggiravo con aria indaffarata cercando di rubare un pomodoro o un uovo sodo di tanto in tanto. Comunque alla sera del concerto non avevo cenato, lì non ho pranzato e ieri sera sono andata a una festa dove pensavo si mangiasse e invece c'erano solo salatini e sto morendo di fame!! Oggi domenica mi sono svegliata all'alba e vado immediatamente a fare la spesa!!

In questi giorni grandi festeggiamenti per l'arrivo del comitato francese dell 'unicef (con aereo privato). L'altra sera concerto di musica classica, durante il quale la gente parlava, bambini correvano o piangevano... i musicisti parevano perplessi, doveva essere un pò come per brahams suonare in un caffè di vienna, con il plus dei cellulari che squillavano. In compenso le bambine hanno molto apprezzato, sopratutto la violinista, che suonava con gran foga. Dopo il concerto cocktail sulla terrazza dell'albergo di lusso con piscina e alberi di natale con le luci e troupe di danze tradizionali del benin. Le bambine di sono divertite come matte e io mi sentivo un pò mamma chioccia. Il giorno dopo al mercato, dove prima dell'arrivo del comitato ho potuto fare un pò di foto di pagnes.

Thursday, December 11, 2008


In questi giorni sto lavorando continuamente al computer per finalizzare i progetti unicef per l'anno prossimo e quindi il pensiero di continuare bloggando non mi entusiasma... ma capisco che ogni tanto vi devo pur scrivere qualcosa! Qui è cominciata la stagione secca, per un periodo ci sarà il vento dal nord, l'harmattan, che fa si che la polvere aumenti. Il bello è che si crea una bellissima luce e il mare è particolarmente tranquillo e questo fa che i nostri weekend al mare siano veramente bellissimi. Mi spiace per voi al freddo e al gelo. Nella foto Emanuele col padre che vede la neve per la prima volta.

Monday, December 01, 2008


Oggi riprendo la ginnastica e non so bene come farò perchè mi sento totalmente apatica e con culo di piombo... speriamo bene. Il lavoro va bene e sto parecchio fuori ufficio accompagnando la mia capa in varie commissioni tra cui oggi chiedere il preventivo per un gruppo elettrogeno per far funzionare il forno per il pane in mancanza di elettricità. Nel weekend invece siamo andati a una festa, ebbene si, in via del tutto ecccezzzionale, festa sulla spiaggia, ce n'è una all'anno... devo dire che ho molto rimpianto le mie notti cairote che sempre di più nel ricordo diventano un mito. Qui nessuno ha voglia di ballare e ho amici cari ma decisamente mosciacchioni. Peccato. Nella foto un uccellino che si viene sempre a specchiare nella mia finestra.