Thursday, August 31, 2006

E va bene, non mi faccio le treccine... in compenso questo venerdì vado a prendermi un gattino dai frati cappuccini. Spero che durante il weekend si abitua a stare in casa e che poi si vada d'amore e d'accordo. Il prossimo post vi mando la sua foto. Devo ancora decidere il nome...

Wednesday, August 23, 2006


Sono quasi tentata di farmi la testa di treccine, non quelle tutte pendule ma quelle attaccate alla testa, pi? ordinate e facili da mantenere. La cosa mi interesserebbe anche perch? sarebbe a quel punto possibile, una volta i capelli contenuti, provare le parrucche che qui abbondano. La nostra animatrice del mercato, Claudine, ne porta sempre di magnifiche, a volte corte e boccolose a volte lunghe e dritte. Il tutto nei colori pi? improbabili dal biondo al violetto. E io mi dico, e perche? non dovrei divertirmi anche io??
Nella foto, il muro della casa del mio vicino, un sorcier voodoo. Posted by Picasa

In questi giorni ho provveduto al ritiro di un sacco di roba spedita da Unicef. Si tratta di tutte le forniture per i corsi di cucito e parrucchiera piu? la roba che serve al centro per le bambine, del tipo mutande e infradito, pentole gigantesche e centinaia di coltelli e forchette. Ovviamente Unicef ci aveva assicurato che ci spediva i libri, che sono l?unica cosa che non e? arrivata in questi giorni!!
Nella foto, vecchia casa a Porto Novo, ex-colonia portoghese. Posted by Picasa

Tuesday, August 22, 2006


L'altra notte faceva freddo e nonostante la mia magliettina felpata e la trapuntina di cotone mi sono beccata un bel raffreddore!! Vado in giro col pile e le calze di lana e un naso che cola da fare schifo! Comincio quasi a desiderare che torni il caldo, anche se so che una volta che comincia diventa subito insopportabile. Ma forse posso mettere una piscinetta sul tetto, del tipo di plastica per bambini, quelle che si gonfiano?.
Nella foto, Jeofad, che verr? a stare con noi per frequentare la scuola. Posted by Picasa

Monday, August 21, 2006


Finalmente mi sono incontrata con l?ingegnere che mi costruir? la tettoia sul mio tetto, in modo da poter stare in terrazza tranquillamente anche sotto questo sole che picchia. E qui siamo in inverno? non oso immaginarmi il caldo che far? sul tetto ad aprile!! Comunque verr? una cosa molto carina con delle tegole in colore naturale. Costo sui 120 euro.
Nella foto, sotto il ponte del mercato dove abbiamo la baracca. Posted by Picasa

Sono giorni un po' di deserto... E' partita Maria Antonietta, è partita Danila, è partita Simona, Federica è andata a lavorare all'UNHCR... per fortuna Anastasie è tornata dal congedo e anche all'atelier sono tornati tutti. Nel pomeriggio, dalle 2 alle 3, do un corso di computer per le ragazze dell'atelier, solo due su sei hanno resistito alla prima lezione. Non è che io sia una pessima insegnante, è che per alcune di loro veramente è troppo difficile in quanto devono re-imparare a scrivere e proprio non ne hanno voglia. Per fortuna le due rimaste mi danno grandi soddisfazioni e abbiamo fatto insieme delle etichette, delle carte da visita e persino la cassa con excel!! Adesso gli ho detto che devono fare pratica di scrittura perchè se no ogni volta che dobbiamo fare un?entrata, tipo "vendute due camicie uomo", ci mettiamo mezza lezione. Quindi alcuni giorni darò lezione e altri loro si detteranno a vicenda. In compenso gli ho anche insegnato a cambiare le foto sul desktop e usare paint... almeno si divertono anche un po?!
Nella foto venditrici al mercato Posted by Picasa

Wednesday, August 16, 2006


Simona, a sinistra, e' partita. Manchera' molto a me e Anna, a destra, dottoranda in antropologia con tesi sui taxi moto. Perfortuna Anna rimane fino a ottobre cosi' non sono troppo solitaria. Danila dall'Italia mi ha dato buone notizie sul suo trapiano ma per fargli l'anestesia gli hanno bucato un polmone e quindi adesso e' a letto fino a che non si rattoppa da solo. Lunga e dolorosa procedura. Prossima tappa: Lourdes! Posted by Picasa

Friday, August 11, 2006


Ecco un gruppetto di bambine che fanno alfabetizzazione al mercato. Si trovano con gli animatori in una baracchetta sul fiume e passano un paio d'ore a parlare in fon e francese cercando di apprendere qualche parolina. Finora mi sembra che gli sia entrato in testa solo Ciao! Queste bambine lavorano in genere a scaricare sabbia dalle barche che arrivano dalla laguna. La sabbia serve per le costruzioni e a scaricare una piroga le bambine prendono 250 franchi, circa 40 centesimi. Posted by Picasa

Simona a destra e Suor Anna in centro. Simona parte sabato e quindi siamo andate da Suor Anna a pranzo. Un pranzo vero con pasta, carne e contorno e frutta. Poi nell'orto dove Anna ci ha riempito di melanzane e papaie verdi. Io sono oramai un p? magrolina ma non riesco a riprendere peso... Posted by Picasa

Wednesday, August 09, 2006


In questi giorni c'e' penuria di benzina e i prezzi sono saliti alle stelle con un raddoppio del carburante, da 375 a 700 o addirittura 1.000 franchi al litro! Questa e' una rovina per i taxi moto e la ricercatrice mia ospite, Anna, che fa una tesi su di loro in questi giorni non riceve altro che lamentele durante le sue interviste. Nella foto una venditrice di carburante contrabandato dalla Nigeria. Posted by Picasa

Thursday, August 03, 2006


Nel mese di luglio l?istituto delle suore fa l?Estate Ragazzi, cioe? una specie di oratorio dove si sono iscritti circa 500 bambini dai 4 ai 14 anni. Alle 15 in punto, che ? quando io rientro il pomeriggio in ufficio, arriva questa fiumana gigantesca di bambini che vengono divisi tra 10 animatori che gli propongono giochi e casini vari. Non vi sto a dire il chiasso nel cortile e quindi la nostra propensione al lavoro. Oggi per circa mezzora mi sono unita a un gruppo diretto da Suor Ruth e abbiamo cercato di fargli fare un gioco a squadre con la palla. Considerando che molti non capiscono il francese potete immaginare il casino che si ? verificato, ma secondo me loro si divertono anche solo facendo ammuina.
Nella foto Sr. Ruth con il gruppo dei piccoli Posted by Picasa

Finalmente sono andata in un ristorante decente, anzi due. Non so perche? ma un buon ristorante mi mette veramente di ottimo umore. Il primo si chiama Grand bleu e fa soprattutto pesce e quindi io per andare subito sul serio mi sono fatta un bel carpaccio. Secondo me sui carpacci si vede subito il tono di un ristorante. Ebbene questo era squisito, bello cicciotto, delle bistecchine di carpaccio! Un pesce bianco e rosa, non chiedetemi cos?era, bello tenere e condito a puntino da limone e olio di oliva. Come entrata mi ero fatta una insalatina con formaggio di capra con crostini. Poi ci sarebbe stata bene una superpennica e invece siamo tornate a lavorare. Il secondo era un ristorante belga? si lo so, non suona bene, ma invece si e? rivelato anche lui ottimo. Ho preso insalata di roquefort e pere, coniglio al miele e crostatina di lime. Mi sto a fa ?na bella panza!!
PS Mi sono rimessa alla ricerca di un gattino ma la cosa sembra piu' difficile del previsto... Posted by Picasa

Incredibilmente qui fa freddo. Non il nostro freddo invernale ma abbastanza freschino da doversi coprire, del tipo la notte si dorme col pigiama e il giorno si gira con una sciarpa. Saranno forse 23-25 gradi. Cio? non toglie che i beninesi sono al loro minimo di temperatura e reagiscono con felpe, cappelli di lana, guanti e calzini, giacconi, impermeabili, ombrelli giganteschi. Questi ultimi sono peraltro molto belli, ma funzionano solo se pioviggina perche? se piove forte non c?e? ombrello che tenga e ci si inzuppa comunque. I taxi moto quando c?e? la pioggia si coprono con teli di plastica giganti e questa e? una buona occasione per le nostre bambine venditrici di fare un buon guadagno in quanto comprano i teli all?ingrosso e rivendendoli ci guadagnano 50 franchi l?uno, che qui sono una cifra rispettabile, pari a 75 centesimi di euro, e ci si puo? comprare un pasto in strada, 10 bigne? e un sacchetto di acqua.
Nella foto, Jaqueline, una profuga rwandese che lavora come animatrice nel Foyer delle suore. Posted by Picasa