Monday, September 27, 2004

Per non parlarvi solo di case e mercati vi parlerò un pò di cibo. Tornata al Cairo ho avuto poca voglia di mangiare fuori e per il momento mangio sopratutto a casa e cerco a poco a poco di riabituarmi alle specialità locali. Una eccezione l'ho fatta per il famoso soufflé al cioccolato di Sangria, dove mi sono recata appena possibile. In particolare avevo avuto una giornataccia di lavoro e mi sono detta qui ci vuole quel soufflé!! Il Sangria è un bar ristorante proprio sul Nilo, con una terrazza strepitosa e alberi tutto intorno. Un vero paradiso nel casino della corniche. Si beve alchool e si mangia sushi, ma sopratutto fanno i soufflé, da ordinare 30 minuti prima, perchè ci vuole il suo tempo a fare un soufflé come si deve. Io ordino sempre cioccolato, l'arancia e la vaniglia non le ho mai provato. Arriva un pirottino di ceramica con questo soufflé che esce per metà, bello nero nero ricoperto si zucchero a velo... a tutti quelli che vengono qui è una tappa d'obbligo. Anche oggi ho avuto una giornataccia di lavoro ma almeno pensare al soufflé mi tira su!!

Sunday, September 26, 2004

E' tornata Gaia e mi ero ripromessa di fare con lei una crociera prima che lasciasse definitivamente l'Egitto. Ma adesso scopro che ho troppo lavoro e non so se riesco a liberarmi. Grave errore di time management!!
Per il resto qui al Cairo gran caldo sia di giorno che di notte. Tra due giorni vado a Sohag e probabilmente farà ancora più caldo che qui, sui 35-40!!

Thursday, September 23, 2004

Momento familiare.....


fotina di Vittorina al cairo. Mi raccomando Franci, fagliela vedere!!
someday... when i'm awfully low...when the world is cold... i will feel a glow just thinking of youuu
Sto cercando di scaricare un pò di Frank Sinatra ma ho difficoltà con la connessione qui al cairo.
Oggi mi sono presa un pò di riposo. Ho dovuto visto che stamattina mi sono svegliata con un torcicollo che non riuscivo ad alzarmi. Ho telefonato a Jessica che arrivavo tardi in ufficio e mi sono risvegliata alle 11 marginalmente meglio ma comunque a pezzi. Ieri c'è stato l'ultimo sforzo del montaggio tende, devo dire fatto quasi tutto dal mio vicino, Samir, che ho incontrato nella hall mentre chiedevo aiuto al bawab e questo senza batter ciglio è venuto su e ha montato tutto!! Non lo vorreste anche voi un vicino così? Ha 32 anni, divorziato, vive con la mamma, ex-insegnante di piano. Lavora alla HKSB (banca) e la sera segue il lavoro del padre deceduto, importa attrezzi dalla Repubblica Ceca. Ci siamo scambiati il numero di telefono e adesso non esiterò a chiamarlo per ogni bisogna. Per esempio vorrei riprogrammare il satellite...
Per favore quando mi visitate lasciatemi un salutino nel tag in basso a sinistra. Mi fa tanto piacere vedere i vostri nomi!!

Wednesday, September 22, 2004

Ieri sera che cercavo tende al mercato prima di trovare quelle che volevo ho dovuto girare un pò. Infatti qui una tenda di un solo colore non usa. Almeno almeno con disegni lucido opachi, preferibilmente con inserti dorati e il meglio è con un pò di tutto, fiori, quadrati, macchie, ori e argenti, etc. etc.
Abbiamo girato parecchi negozi, addentrandoci sempre più nei vicoli affollatissimi. Un paio di volte sono quasi stata investita da facchini carichi di balle sia con carretti che a spalla. Qui i facchini per avvertire che arrivano fanno il suono del bacio e quindi era tutto un fiocchare di smak smak, pciu pciu... Mi ero quasi rassegnata a una fantasia sempre verde ma con dei fiori tipo edera quando ci portano a un primo piano dove finalmente in un angolo vedo la ciniglia a tinta unita. Qui si usa solo per fare gli inserti in tende più importanti e creare effetti con balze e riportini sia in alto che ai lati. Avete presente Versailles...
Il sarto invece era a un quarto piano, senza ascensore. Mi ero sempre chiesta chi abitasse in un posto siffatto e adesso so che sono fondamentalmente laboratori. Un rumore e uno smog insopportabile ma una vista sulla città vecchia incredibile e vecchi balconi e mashrabye come non se ne vedono più. Il piano terra era tutto occupato da botteghe di accessori per tende. Immaginate duecento metri di botteghe tutte uguali con pizzi, nastri, pom pom, cordoncini di tutti i tipi, preferibilmente dorati. Una meraviglia.

Tuesday, September 21, 2004

Che giornatina!! Torno presto dall’ufficio e chiedo aiuto al mio bawab (portiere) per spostare dei mobili. Gli dico che mi servono due uomini robusti. Dopo qualche minuto mi manda sue due ragazze, robusta ma piccoline. Io gli faccio vedere cosa bisogna spostare e queste scendono e tornano poco dopo con uno veramente grosso, il bawab di fronte. Quindi adesso l’orrendo letto cigolante l’ho messo in un’altra stanza e ho preso un lettino a una piazza e mezza molto leggero e semplice. Poi ho spostato la cassettiera e mi sono presa un armadio più grande. Finito l’ambaradan mi arriva a casa il fido Zahar, famiglio di Mustafa, per aiutarmi a trovare le tende. Lo accompagna un suo collega giovanotto e ciccione. Si parte in taxi per il Khan e li si comincia ad addentrarsi per dei vicoli affolatissimi pieni di venditori di stoffe di tende. Avete presente Rossella O’Hara... velluto verde... insomma diciamo una cosa un pò più da poveri, una onesta ciniglia verde bottiglia che portiamo subito a confenzionare in semplici tendine. Mentre aspettiamo dalla sarta io chiedo dei tavolini di bambù e Zahar mi fa, si si ho capito. Non l’avessi mai detto!! Mi fa fare il giro del mondo e ritorno fino a dei vicoli dietro ad Ataba, che non è tanto la distanza quanto il casino di auto impressionante. Non vi dico cosa è uscito dal mio naso a fine serata!! Comunque dopo una mezzora di cammino estenuante mi porta da una sua accolita che ha una falegnameria e dove ovviamente non c’è del bambù neanche a peso d’oro. Insomma non aveva capito una mazza!! Quindi si ritorna con le pive nel sacco dalla sarta dove dopo un’altra mezzoretta il tutto è finito e pronto per essere montato. Ma nessuno vuole venire a montarlo a casa. Insomma ho delle tende bellissime ma ancora nella loro bustona. Speriamo che domani risolvo la cosa, Inshalla. Comunque stasera ho ben pensato che mi meritavo un bel bagno e quindi dopo una accuratissima pulizia della vasca col cif mi aaccorgo che non ho il tappo!! Perfortuna ho rimediato in parte col tappo del lavandino ma diciamo che è stata una cosa veloce...

Monday, September 20, 2004

Ed eccomi dopo un trasloco abbastanza delirante. Due taxi supercarichi di cui uno in panne a ogni semaforo e con necessità di spinta. Per fortuna era orario di uscita da scuola e i ragazzi ci aiutavano se no saremmo ancora lì. Poi finalmente a casa e fuori di nuovo di corsa a ordinare la spesa e a prendere il gatto. Quest’ultimo, al contrario delle mie nere previsioni, è stato benissimo in colonia e ha fatto amicizia con gli altri gatti. Adesso gira per casa miagolando in cerca dei suoi amici, speriamo che non ridiventi selvaggio!!
Proprio oggi è capitata una piccola cosa che mi ha fatto pensare proprio a come sto bene in Egitto... ero per strada e davanti a me camminava un signore con galabya bianca, turbantone bianco svolazzante e pantofoline di pelouche panterato!! Cosa di può volere di più!
PS comunque ho troppa roba, devo subito cominciare a disfarmene.

Carissimi, ho subito trovato una casa bellissima dove vi aspetto numerosi!! Ha ben tre stanze da letto, due matrimoniali e una doppia, una bella vasca da bagno e un bellissimo grande salone. Forse il mobilio lascia un pò a desiderare ma per cinque mesi mi devo un pò accontentare. In questi due giorni devo aver visto quasi 20 case, tutte quasi orride, quelle più belle con dei mobili allucinanti oppure che danno sulla superstrada di Zamalek e quindi rumorosissime. Ho girato sempre a piedi dietro a 4 semsar diversi, cioè agenti mobiliari. Una ragazza che lavora in un sottoscala, uno di nome Badr, che invece ha un ufficio vero e due che invece sono semsar di strada, cioè fondamentalmente dei signori che girellano in strada attendendo che qualcuno passi e dica “c’è un appartamento in affitto?”. Finalmente col quarto ho trovato questa bella casina. Le stanze non sono molto luminose ma il salotto è molto accogliente. La padrona di casa abita di sopra e quindi se ho bisogno mi aiuta e spero che presto mi trovi una brava pulizza per tenere in ordine tutto questo spazio. E domani trasolco e vado anche a prendere il gatto!! Una vera famiglia!! Abbracci a tutti e a presto con nuove notizie del mio nuovo domicilio.

Tuesday, September 14, 2004

Eccomi dopo una lunghissima pausa estive. Cercate di capirmi ma non avevo proprio voglia di collegarmi o scrivere. Sono di una pigrizia che il pensiero di ricominciare a lavorare...!!!
Comunque ho cose interessanti per le mani. Primo deveo concludere il secondo anno del progetto MAE, quello per cui ero partita originalmente. Poi devo seguire Jessica sul DS a Sohag e la fine del progettino parchi GTZ. Poi dovrei far iniziare il nuovo DS al Cairo, per bambini lavoratori. E poi voglio altri soldi dalla GTZ per le scuole per gli handicappati a Sohag e questo è un progetto tutto da scrivere. Quindi non posso dire che mi annoio. In teoria appena arrivo dovrei andare in vacanza con Gaia e poi c'è la sua festa di addio, prima che si trasferisca ad Addis. La fa in casa di Simon quindi si prevede il solito caos di successo. Che figata! Spero di fare anche questa volta parte del comitato per la scelta della musica. So che alcuni di voi lo troveranno strano ma al Cairo sono, tra le tante altre cose, anche una esperta musicale!!