Sunday, May 30, 2004

Scene di vita cairota. Col caldo che comincia a fare sono tornati i venditori di tamarindo. Sono vestiti di colori sgargianti con i pantaloni alla zuava. Sulla schiena portano la brocca di vetro con guarnizioni di bronzo, con dentro il tamarindo e un blocco di ghiaccio gigantesco per mantenerlo fresco. Alla cintura hanno tre o quattro bicchieri. Per versare il tamarindo si piegano e dal beccuccio sulla spalla lo versano nel bicchiere, che viene bevuto immediatamente dal cliente e restituito.
Un povero asinello di un carretto di frutta veniva invece aiutato da un ragazzo a rinfrescarsi mangiando una bella fetta di cocomero. Il ragazzo gliela teneva davanti per alla bocca per la buccia e l'asinello gli dava giù a mangiarsi la polpa.

Thursday, May 27, 2004

Appena sono tornata mi sono messa a lavorare di pubbliche relazioni per cercare di salvare un progetto che ho presentato recentemente e che purtroppo non ha buone possibilità di approvazione!! Quindi riunioni e cenni qui e là per far capire che siamo bravissimi e che se ce lo approvano lo implementeremo benissimo. Tra le altre cose cerco anche di fare un pò pietà col fatto che se non ce lo approvano la nostra situazione in Egitto si fa difficilissima, rimarrà al Cairo un solo espatriato disperato e abbandonato e non troppo esperto. So che i nostri partner egiziani stanno anche lavorando per premere dalla loro parte e chissà che tra gli uni e gli altri non riusciamo a convincere il Comitato di approvazione. Quest'ultimo si riunisce il 15 giugno e quindi fino ad allora avoglia a far pietà!!

Wednesday, May 26, 2004

Ed eccomi di ritorno al Cairo dopo una settimana a Roma dove, vivendo con i miei ho preso i ritmi degli ottantenni e quindi mangiare, dormire e passeggiatine... ogni tanto sono riuscita a sfuggire e ho visto Manu, che lavor a Roma con Aidos e mi ha raccontato un pò di spettegulez della cooperazione romana. Ho anche provato contattare R&C per il progetto in Benin ma il responsabile è via per due settimane e quindi se ne riparla più in là, anche se a parlare con Serena mi sembra ovvio che non se ne parla prima di un anno!! Questo vuol dire che mi devo subito cercare dei lavori e ho deciso di provare a cercare delle missioni brevi in modo che quando poi il Benin si concretizza non dovrebbero esserci problemi a partire. Questo vuol dire che non potrò proprio scegliere il posto o il periodo... speriamo solo di riuscire a trovare qualcosa!!
Nel frattempo al Cairo chiudo tutto, compresa casa mia e gatto e la cosa mi fa un poco poco tristezza. La sola cosa che mi consola è che non avrò più a che fare con personaggi della cooperazione che non amo molto. Da questo punto di vista devo dire che il Cairo è stato un bello zoo!

Saturday, May 15, 2004

Oh! Sto via qualche giorno e il blogger cambia completamente! Speriamo che riesca comunque a scrivere... voi non dovreste vedere nessun cambiamento, è solo il programma con cui scrivo il blog e non il blog stesso.
Comunque reduce da vacanze a mare sono un giorno al Cairo, dove ho messo Francesca e Vittoria sull'aereo per Milano, e domani io stesso viaggio verso Roma.
A Roma dovrei sapere qualcosa per il famoso progetto Benin, che però una ultima mail prevedeva lontanissimo!! Se non comincia entro pochi mesi nel frattempo ho deciso che invece di cercare un altro incarico provo a fare delle missioni brevi. Vediamo se funziona.
Uno sconosiuto nel tag mi faceva notare che ultimamente non mi sto ammazzando di lavoro. E' vero... a parte aver assicurato fondi per altri due anni del progetto e il passaggio di consegne a Jessica e il nuovo progettino, una cosuccia, per i social club in effetti in questi ultimi tempi me la prendo comoda. Ho presentato anche un nuovo progetto per MAIS ma le possibilità di approvazione sono basse... speriamo bene comunque, dovremmo sapere qualcosa a fine maggio.
E' che avendo saputo che devo partire prima del previsto, cioè a giugno invece che a dicembre, devo fare una specie di processo di decompressione, in modo da andarmene con calma, senza rimpianti e senza troppe cose in sospeso o incasinate. Insomma un distacco ragionato, che avrebbe dovuto svolgersi in sei mesi e invece devo accorciare a solo due.
Bon, è comunque stato un bel periodo. Francesca ha confermato che il Cairo è gran lusso e ci siamo divertite molto. Non so se ricapiterà molto presto un posto così comodo e bello... spero di sapere nei prossimi mesi dove andrò a tempi brevi. Nel frattempo non mi faccio angosciare dall'ignoranza, qualcosa uscirà fuori e come al solito sarà interessante e gran bel lavoro.
Cercherò di scrivere da Roma ma non so, sono indecisa se caricarmi il computer...

Monday, May 03, 2004

Prima di tutto un ringrazimento a tutti coloro, conosciuti e sconosciuti che mi visitano e mi hanno fatto toccare un nuovo record a aprile con il maggior numero di hit nella storia del mio blog!!
Detto questo, sono di ritorno da un weekend di vacanza molto piacevole con Francesca e Vittoria a Moonbeach. Adesso ultima settimana di lavoro e poi due settimane di vacanza, a AlQuseir e a Roma. Poi giugno tutto in Egitto, luglio al mare e poi si vedrà. Adesso vado a cercare i siti di offerte di lavoro e vedo cosa trovo.