Sunday, December 05, 2004

Scusate ma siete vittime di un problema tecnico. Avevo scritto un lunghissimo post raccontandovi la storia del mio bawab, il guardiano-portiere, quando d'un tratto il tsto sparisce dal computer!!! Che vi devo dire, non ho più cuore di scrivere nulla. Forse è stato il gatto che dorme sulla tastiera e mette sempre il naso sul tasto ESC.... non so ma per oggi è tutto. Dico solo che rimango qui al Cairo tutto dicembre e quindi se mi venite a trovare mi fate solo piacere. Ho persino un festone di Capodanno da offrirvi!

Tuesday, November 16, 2004

La fine di Ramadan è segnata da una festa di tre giorni, chiamata Eid El Fitr, dove finalmente si mangia, si visitano le famiglie e si va in giro per shopping e ricreazione. In questi giorni la corniche di Grden Cty, dove lavoro, è un casino pazzesco di gente che si vuole imbarcare per brevi crociere sul Nilo. Oggi pomeriggio avevo quasi pensato di fare shopping ma visto il chaos ho rinunciato. Avrei voluto partire per il mare ma anche se avevo un passaggio in macchina non sono riuscita a trovare una camera in albergo. Chi ci è riuscito ha dovuto pagare cifre triple rispetto al resto dell'anno. Insomma è una specie di Natale e Capodanno messi insieme. Quindi sono rimasta al Cairo e un pò ho dormito, un pò sono andata in piscina e un pò ne ho approfittato per fare dei lavori che se no non faccio mai.
Per esempio sto scaricando da internet una serie di documenti di lavoro piuttosto utile che perfortuna sono tutti a disposizione gratis. Roba di project managment, monitoring e proposal writing. Devo fare una formazione a una ong di amici e quindi sto preparando un bel programmino di capacity building e questi documenti in inglese mi verranno comodi.

Saturday, November 06, 2004

Scusate ma sto finendo di scrivere un rapporto di lavoro e il pensiero di continuare a scrivere al computer non mi attira...
In compenso ho conosciuto una persona interessante. NO, non un incontro romantico ma sempre di lavoro però meglio del solito.
Una signora canadese si è sistemata in Egitto e si è aperta la sua ONG. Insomma un pò quello che piacerebbe fare a me! Lei si occupa di scienze e ha un centro dove insegnare scienze naturali e ambientali. Una delle sue idee è di aprire un centro simile nel protettorato di Ras Mohammed e cioè nella punta più a sud della penisola del Sinai, un posto magico. E non vi sembra che sarebbe un gran lavoro coordinare un progettino del genere?? Insomma ho già in testa come scrivere il progetto, da chi farlo implementare e anche dove andare a chiedere i soldi... certo la cosa non può succedere subito, è un progetto a lungo termine però diciamo che ci ho proprio fatto un pensierino.
Nel frattempo finisco i miei lavorini qui e poi mi godo la vacanza di fine Ramadan che per me comincia giovedì prossimo. Forse vado proprio a Sharm e darò un'occhiata in giro...

Friday, October 22, 2004

Ieri sera bel concerto nella magnifica cornice delle Cittadella, roccaforte di arte islamica su una collina che domina il Cairo. Una luna mezza piena, una piazza che domina la città, la moschea illuminata e tanta gente venuta per sentire la musica dei Radiotarifa. E chi sò stì radiotarifa? direte voi... un gruppo spagnolo che fa musica arabo-andalusa ma fondamentalmente un bel sound su cui si può ballare con accenni anche cubani, flamenchi e con tanti pifferi e strumenti antichi e nacchere e campanellini. Insomma un bello spettacolo, organizzato dalla cooperazione spagnola che era presente in forze e ci dava dentro con le danze. Ovviamente ci siamo subito uniti nelle danze anche noi e si era proprio sotto il palco a applaudire, urlare come matti e fare finta di ballare il flamenco divertendoci un mondo. E che serata! Un tempo bellissimo, si stava bene in maglietta. Una notte pulita con un filo di nebbiolina o forse smog ma era talmente bello che non importava. E tutti a guardarci meravigliati, ma quanto siamo fortunati a vivere al Cairo!!!

Thursday, October 14, 2004

Sono piena di lavoro ma oggi arriva il weekend e quindi tutto può attendere fino a domenica.
Stasera comincio subito con una cena al fresco, al centro culturale francese che ha un indirizzo delirante: Mahdrasset al huquq al franzayat – Munira. Me l’hanno detto al telefono quindi non sono proprio sicurissima che sia giusto. Stasera canta un mio amico egiziano, Ahmedito, standard jazz accompagnato da una francese al piano. Spero di incontrare lì un pò di amici visto che adesso che è partita Gaia non posso più fare affidamento su di lei per organizzare le mie serate e mi devo un arrangiare di più per la mia vita sociale.
La sera prima della partenza abbiamo fatto una cena all’Asiatic dove è venuta anche Sana appena arrivata da Kabul. A sentirla parlare viene subito voglia di partire e partecipare alla ricostruzione. Comunque vi metto una fotina di gruppo con Gaia, Sana, Simon e Manù stesi sui tatami. Appena arrivate al Cairo ci porto anche voi all'Asiatic, è il miglior ristorante giapponese della città.

Friday, October 01, 2004

Ho fatto una bella missione a Sohag per fare vedere il progetto a una nuova ONG che potrebbe collaborare con noi. Siamo andati giù mercoledì e nel pomeriggio il personale locale in ufficio ci ha fatto una bella presentazione con i risultati del secondo anno. Poi in serata io sono andata dal nuovo Governatore a conoscerlo insieme al capo della cooperazione italiana al Cairo. Dicono tutti che è un tipo sveglio che sta facendo molto per Sohag, speriamo bene. Il giorno dopo io e i due "missionari" abbiamo seguito jessica in tre diverse associazioni e abbiamo visto i risultati di due progetti. Da un lato asili e gruppi di donne (in questo caso circa una 50 che seguivano un seminario su come ottenere la carta di identità) e dall'altro i laboratori per i bambini lavoratori dove abbiamo visitato piccoli falegnami, sartine e futuri computeristi. Che teneri! C'era anche due classi di literacy dove i partecipanti dopo un mese e mezzo sanno già scrivere il loro nome, la data di nascita e il nome del loro villaggio. Io so che voi in italia inorridite al pensiero di bambini lavoratori ma qui la situazione è un pò italia anni 40, dove i figli di famiglie povere devono contribuire a mantenere la famiglia. Quindi speriamo che la situazione migliori ma nel frattempo noi li aiutiamo a lasciare lavori pericolosi o poco retribuiti e li qualifichiamo per professioni più remunerative.
Poi quelli della ONG sono tornati al cairo nel pomeriggio e io sono andata sempre con Jessica a incontrare una fisioterapista di un'altra associazione locale con cui potremmo fare un progetto per handicappati. In queste settimane ci penso e spero di scrivere una proposta per la cooperazione tedesca. A proposito, il nostro progetto già finanziato dalla cooperazione tedesca va a gonfie vele e ho visitato il social club di Hawawish. Al momento hanno finito le costruzioni e aspettano le attrezzature ma devo dire che il piano di base del giardino è proprio carino. Jessica si è arrabiata perchè ha trovato un asinello nei bagni... ma d'altra parte non è ancora finito e immagino che una volta aperto al pubblico l'asinello verrà messo altrove.

Monday, September 27, 2004

Per non parlarvi solo di case e mercati vi parlerò un pò di cibo. Tornata al Cairo ho avuto poca voglia di mangiare fuori e per il momento mangio sopratutto a casa e cerco a poco a poco di riabituarmi alle specialità locali. Una eccezione l'ho fatta per il famoso soufflé al cioccolato di Sangria, dove mi sono recata appena possibile. In particolare avevo avuto una giornataccia di lavoro e mi sono detta qui ci vuole quel soufflé!! Il Sangria è un bar ristorante proprio sul Nilo, con una terrazza strepitosa e alberi tutto intorno. Un vero paradiso nel casino della corniche. Si beve alchool e si mangia sushi, ma sopratutto fanno i soufflé, da ordinare 30 minuti prima, perchè ci vuole il suo tempo a fare un soufflé come si deve. Io ordino sempre cioccolato, l'arancia e la vaniglia non le ho mai provato. Arriva un pirottino di ceramica con questo soufflé che esce per metà, bello nero nero ricoperto si zucchero a velo... a tutti quelli che vengono qui è una tappa d'obbligo. Anche oggi ho avuto una giornataccia di lavoro ma almeno pensare al soufflé mi tira su!!

Sunday, September 26, 2004

E' tornata Gaia e mi ero ripromessa di fare con lei una crociera prima che lasciasse definitivamente l'Egitto. Ma adesso scopro che ho troppo lavoro e non so se riesco a liberarmi. Grave errore di time management!!
Per il resto qui al Cairo gran caldo sia di giorno che di notte. Tra due giorni vado a Sohag e probabilmente farà ancora più caldo che qui, sui 35-40!!

Thursday, September 23, 2004

Momento familiare.....


fotina di Vittorina al cairo. Mi raccomando Franci, fagliela vedere!!
someday... when i'm awfully low...when the world is cold... i will feel a glow just thinking of youuu
Sto cercando di scaricare un pò di Frank Sinatra ma ho difficoltà con la connessione qui al cairo.
Oggi mi sono presa un pò di riposo. Ho dovuto visto che stamattina mi sono svegliata con un torcicollo che non riuscivo ad alzarmi. Ho telefonato a Jessica che arrivavo tardi in ufficio e mi sono risvegliata alle 11 marginalmente meglio ma comunque a pezzi. Ieri c'è stato l'ultimo sforzo del montaggio tende, devo dire fatto quasi tutto dal mio vicino, Samir, che ho incontrato nella hall mentre chiedevo aiuto al bawab e questo senza batter ciglio è venuto su e ha montato tutto!! Non lo vorreste anche voi un vicino così? Ha 32 anni, divorziato, vive con la mamma, ex-insegnante di piano. Lavora alla HKSB (banca) e la sera segue il lavoro del padre deceduto, importa attrezzi dalla Repubblica Ceca. Ci siamo scambiati il numero di telefono e adesso non esiterò a chiamarlo per ogni bisogna. Per esempio vorrei riprogrammare il satellite...
Per favore quando mi visitate lasciatemi un salutino nel tag in basso a sinistra. Mi fa tanto piacere vedere i vostri nomi!!

Wednesday, September 22, 2004

Ieri sera che cercavo tende al mercato prima di trovare quelle che volevo ho dovuto girare un pò. Infatti qui una tenda di un solo colore non usa. Almeno almeno con disegni lucido opachi, preferibilmente con inserti dorati e il meglio è con un pò di tutto, fiori, quadrati, macchie, ori e argenti, etc. etc.
Abbiamo girato parecchi negozi, addentrandoci sempre più nei vicoli affollatissimi. Un paio di volte sono quasi stata investita da facchini carichi di balle sia con carretti che a spalla. Qui i facchini per avvertire che arrivano fanno il suono del bacio e quindi era tutto un fiocchare di smak smak, pciu pciu... Mi ero quasi rassegnata a una fantasia sempre verde ma con dei fiori tipo edera quando ci portano a un primo piano dove finalmente in un angolo vedo la ciniglia a tinta unita. Qui si usa solo per fare gli inserti in tende più importanti e creare effetti con balze e riportini sia in alto che ai lati. Avete presente Versailles...
Il sarto invece era a un quarto piano, senza ascensore. Mi ero sempre chiesta chi abitasse in un posto siffatto e adesso so che sono fondamentalmente laboratori. Un rumore e uno smog insopportabile ma una vista sulla città vecchia incredibile e vecchi balconi e mashrabye come non se ne vedono più. Il piano terra era tutto occupato da botteghe di accessori per tende. Immaginate duecento metri di botteghe tutte uguali con pizzi, nastri, pom pom, cordoncini di tutti i tipi, preferibilmente dorati. Una meraviglia.

Tuesday, September 21, 2004

Che giornatina!! Torno presto dall’ufficio e chiedo aiuto al mio bawab (portiere) per spostare dei mobili. Gli dico che mi servono due uomini robusti. Dopo qualche minuto mi manda sue due ragazze, robusta ma piccoline. Io gli faccio vedere cosa bisogna spostare e queste scendono e tornano poco dopo con uno veramente grosso, il bawab di fronte. Quindi adesso l’orrendo letto cigolante l’ho messo in un’altra stanza e ho preso un lettino a una piazza e mezza molto leggero e semplice. Poi ho spostato la cassettiera e mi sono presa un armadio più grande. Finito l’ambaradan mi arriva a casa il fido Zahar, famiglio di Mustafa, per aiutarmi a trovare le tende. Lo accompagna un suo collega giovanotto e ciccione. Si parte in taxi per il Khan e li si comincia ad addentrarsi per dei vicoli affolatissimi pieni di venditori di stoffe di tende. Avete presente Rossella O’Hara... velluto verde... insomma diciamo una cosa un pò più da poveri, una onesta ciniglia verde bottiglia che portiamo subito a confenzionare in semplici tendine. Mentre aspettiamo dalla sarta io chiedo dei tavolini di bambù e Zahar mi fa, si si ho capito. Non l’avessi mai detto!! Mi fa fare il giro del mondo e ritorno fino a dei vicoli dietro ad Ataba, che non è tanto la distanza quanto il casino di auto impressionante. Non vi dico cosa è uscito dal mio naso a fine serata!! Comunque dopo una mezzora di cammino estenuante mi porta da una sua accolita che ha una falegnameria e dove ovviamente non c’è del bambù neanche a peso d’oro. Insomma non aveva capito una mazza!! Quindi si ritorna con le pive nel sacco dalla sarta dove dopo un’altra mezzoretta il tutto è finito e pronto per essere montato. Ma nessuno vuole venire a montarlo a casa. Insomma ho delle tende bellissime ma ancora nella loro bustona. Speriamo che domani risolvo la cosa, Inshalla. Comunque stasera ho ben pensato che mi meritavo un bel bagno e quindi dopo una accuratissima pulizia della vasca col cif mi aaccorgo che non ho il tappo!! Perfortuna ho rimediato in parte col tappo del lavandino ma diciamo che è stata una cosa veloce...

Monday, September 20, 2004

Ed eccomi dopo un trasloco abbastanza delirante. Due taxi supercarichi di cui uno in panne a ogni semaforo e con necessità di spinta. Per fortuna era orario di uscita da scuola e i ragazzi ci aiutavano se no saremmo ancora lì. Poi finalmente a casa e fuori di nuovo di corsa a ordinare la spesa e a prendere il gatto. Quest’ultimo, al contrario delle mie nere previsioni, è stato benissimo in colonia e ha fatto amicizia con gli altri gatti. Adesso gira per casa miagolando in cerca dei suoi amici, speriamo che non ridiventi selvaggio!!
Proprio oggi è capitata una piccola cosa che mi ha fatto pensare proprio a come sto bene in Egitto... ero per strada e davanti a me camminava un signore con galabya bianca, turbantone bianco svolazzante e pantofoline di pelouche panterato!! Cosa di può volere di più!
PS comunque ho troppa roba, devo subito cominciare a disfarmene.

Carissimi, ho subito trovato una casa bellissima dove vi aspetto numerosi!! Ha ben tre stanze da letto, due matrimoniali e una doppia, una bella vasca da bagno e un bellissimo grande salone. Forse il mobilio lascia un pò a desiderare ma per cinque mesi mi devo un pò accontentare. In questi due giorni devo aver visto quasi 20 case, tutte quasi orride, quelle più belle con dei mobili allucinanti oppure che danno sulla superstrada di Zamalek e quindi rumorosissime. Ho girato sempre a piedi dietro a 4 semsar diversi, cioè agenti mobiliari. Una ragazza che lavora in un sottoscala, uno di nome Badr, che invece ha un ufficio vero e due che invece sono semsar di strada, cioè fondamentalmente dei signori che girellano in strada attendendo che qualcuno passi e dica “c’è un appartamento in affitto?”. Finalmente col quarto ho trovato questa bella casina. Le stanze non sono molto luminose ma il salotto è molto accogliente. La padrona di casa abita di sopra e quindi se ho bisogno mi aiuta e spero che presto mi trovi una brava pulizza per tenere in ordine tutto questo spazio. E domani trasolco e vado anche a prendere il gatto!! Una vera famiglia!! Abbracci a tutti e a presto con nuove notizie del mio nuovo domicilio.

Tuesday, September 14, 2004

Eccomi dopo una lunghissima pausa estive. Cercate di capirmi ma non avevo proprio voglia di collegarmi o scrivere. Sono di una pigrizia che il pensiero di ricominciare a lavorare...!!!
Comunque ho cose interessanti per le mani. Primo deveo concludere il secondo anno del progetto MAE, quello per cui ero partita originalmente. Poi devo seguire Jessica sul DS a Sohag e la fine del progettino parchi GTZ. Poi dovrei far iniziare il nuovo DS al Cairo, per bambini lavoratori. E poi voglio altri soldi dalla GTZ per le scuole per gli handicappati a Sohag e questo è un progetto tutto da scrivere. Quindi non posso dire che mi annoio. In teoria appena arrivo dovrei andare in vacanza con Gaia e poi c'è la sua festa di addio, prima che si trasferisca ad Addis. La fa in casa di Simon quindi si prevede il solito caos di successo. Che figata! Spero di fare anche questa volta parte del comitato per la scelta della musica. So che alcuni di voi lo troveranno strano ma al Cairo sono, tra le tante altre cose, anche una esperta musicale!!

Saturday, August 14, 2004

Non ho nulla da dire e quindi lo dirò velocemente. Mio fratello in ospedale con femore rotto, caldo tremendo sulla città, io mi consolo vedendo le olimpiadi in TV e mangiando Coppa del Nonno, grande classico. Baci a tutti.

Saturday, August 07, 2004

Non c'è proprio niente da dire in questo agosto romano che fa un caldo che neanche al Cairo. Mio fratello è in ospedale con un femore rotto e quindi ho deciso per il momento di rimanere a Roma a sostenere un pò i vecchi genitori che vanno e vengono dall'ospedale.
Sempre su internet cerco un passaggio su un caicco in Turchia ma viaggiare da single è difficilissimo e costosissimo. Perfortuna sto leggendo buoni libri, almeno l'estate non è del tutto persa.

Sunday, August 01, 2004

Finita la mia prima vacanza a capri. Adesso dovrei cominciare le vacanze di agosto ma sono un pò persa, sembra proprio che al di fuori del lavoro non riesco a programmare un tubo.
Forse mi sto un pò fissando col lavoro e trascurando la vita privata? Per recuperare sto cercando fidanzati su internet ma è difficilissimo! Si mandano e si ricevono un sacco di e-mail ma alla fine non si combina nulla. Anche il fatto che vivo al Cairo non aiuta...
insomma, dopo questa patetica post vado a consolarmi col cibo: tortelli di zucca. E scusa se è poco!
PS ieri ero al concerto di simon&garfunkel, la luna che è spuntata dietro il colosseo era bellissima!

Tuesday, July 13, 2004

Bon, adesso sono in vacanza quindi non aspettatevi tante notizie. Anche perchè siete quasi tutti con me e quindi sapete già cosa succede!!
Io sono arrivata a Capri ieri e subito mi sono fiondata a mangiare pizza e fritto misto, squisiti, davanti a un tramonto strepitoso, alla Rondinella. Il viaggio è stato lungo con un mare orrendo ma oggi è già più bello e credo che nei prossimi giorni potrei persino andare a mare!! Vediamo... nel frattempo mi riprendo con mozzarelle e pomodori saporitissimi e ottimi libri per compagnia.
Per l'Egitto avevo chiesto di mandarmi le foto con le mucche ma ancora niente. Nel frattempo Jessica sta facendo di tutto per fare approvare il mio progetto e quindi la partenza di Settembre dovrebbe essere confermata.

Friday, July 09, 2004

Vedo che un sacco di gente arriva sul mio blog cercando informazioni di tutt'altro tipo. Per tutti quelli interessati a un commentario più serio su Egitto, donne in medio-oriente e questione palestinese, vi invito ad andare sul Blog di Lia, chiamato Haramlik, che si intende di queste cose molto più di me e ha un blog più orientato a questioni socio-politiche.

Monday, July 05, 2004

Ma com'è che appena sono in vacanza non vedo l'ora di tornare a lavorare??? Insomma sono proprio incontentabile e mi devo cuocere nel mio brodo.
Per il resto mi sto godendo comunque la vacanza e sono reduce da una settimana a Milano dove comunque mi sono goduta la compagnia dei vecchi amici sempre cari. Sono rimasta invece stupita del degrado della popolazione milanese, più evidente di quella romana, come se dopo la milano da bere, pagato il conto non fosse rimasto nulla. Non tanto la povertà materiale ma proprio uno sbracarsi fisico e psicologico, con gente buttata qui e là alle fermate dei bus e nelle piazze. Il tutto sicuramente non aiutato dalla moda imperante che tende a mostrare decisamente troppa ciccia, persino nelle donne anziane, che prima erano sempre una garanzia di decoro. Insomma va bene un'Italia più povera materialmente ma perfavore un pò di stiff upper lip non ci farebbe male.
Questo detto dal mio punto di vista privilegiato, ammetto... ma sono rimasta viziata dagli africani che escono la mattina dai loro tuguri di fango perfettamente puliti, vestiti e pettinati. Forse è perchè ci sono abituati.

Sunday, June 27, 2004

Ieri sera, dopo una passeggiata con Manu e cena giapponese, sono finita con lei e le sue coinquiline a un concerto di musica medio-orientale. Tanto per rimanere in tema. Un certo Nour Eddin con una band nord-africana mista e un batterista napoletano. Tutti bravi e simpatici, la musica era buona e si è ballato bene. Il concerto era a Villa Ada, sempre bella, e siamo rimasti fino all'una. Sono tornata a casa accompagnata da un certo Ciro, venezuelano che lavora alla FAO. Appena tornata a casa mi sono fatta due mozzarelline chè il sushi è buono ma dopo un pò si ha fame di nuovo.
Oggi giornata pigrissima (come un gatto, anche di più...) e visione su dvd di Shrek 2 che non è male. Il resto letture e pisoli. Ma domani vado a Torino a lavorare e poi la settimana a Milano a trovare gli amici.

Friday, June 25, 2004

Vi scrivo da Roma, dove sono arrivata ieri su un volo Egyptair che è molto ma molto meglio di Alitalia. Oggi ho sentito Manu e Benedetta che hanno appena fatto un colloquio allo IOM per un posto in Egitto. Benedetta ha anche un'offerta per il Congo con UNHCR. Queste ragazze che a 28 anni girano il mondo e fanno carriera con le UN sono veramente ammirevoli. Avessi cominciato io prima! Adesso sarei al Segretariato Generale con Kofi!! O forse no...
Comunque oggi commissioni e mercato con i miei genitori, poi pranzo, pisolino, caffè, tv, cena e nanna, e così per tutti i giorni quando sono con loro. Gli voglio tanto bene ma riesco a durare poco e quindi lunedì arrivo a Milano, con tappa a Torino per andare in ufficio a discutere il mio prossimo contratto. Quest'etstate vorrei vedere un pò di mondo, ho voglia di cultura classica, i grandi musei di Londra, Parigi, Amsterdam... non si può sempre stare in spiaggia!

Monday, June 21, 2004

Io mi aspettavo qualche commento sulle donnine del micro-credito... ma vedo che siete interessati solo al mio ritorno in Italia. Giustamente!
Oggi ho cominciato a mettere via la mia roba, vestiti nella plastica, scarpe in una scatola di cartone... ho un sacco di roba! E dire che ho già dato via un sacco di roba. Domani dò ancora via roba alla mia segretaria che vuole alcune cose invernali.
Per l'estate mi porto un guardarobino minimal rosa e viola con cui fare furore tra capri, londra, parigi e amsterdam. Almeno così spero.
A presto a tutti.

Sunday, June 20, 2004

Eccovi qualche fotina delle donne che hanno ricevuto il micro-credito. Non ci sono le mucche perchè quelle foto sono state fatte con una macchina fotografica antiquata, col rullino!!


Incredibile ma vero i link mi sono riusciti al primo colpo! E quindi eccovene un'altra!!

Quella con la benda è Jessica che porge il certificato che attesta che la povera donnina ci deve un sacco di soldi!!

Friday, June 18, 2004

SOno tornata ieri da Sohag dove sono stata con una missione del Debt Swap per vedere i primi passi fatti sul nuovo progetto di literacy e vocational per famiglie povere. Abbiamo visitato 3 associazioni e una fabbrica dove verranno creati i vari corsi: falegnameria, elettricista, computer... In una associazione abbiamo anche visto lo spazio dedicato al famoso social club, completamente ripulito di cespugli e pietre. Tra poco dovrebbero cominciare a costruire il perimetro e poi tutto il resto.
Al ritorno in treno si è rotta l'aira condizionata e devo dire che è statoun viaggio un pò duro. Appena arrivata ieri sera sono stata chiamata prima da gaia e poi da Fabu per andare a una festa di americani. Che dire, perfortuna che c'erano un pò di italiani che hanno animato la serata se no la cosa era una pizza pazzesca. Ogni volta che vado a queste festine mi dico che mi devo sempre ricordare di portare il mio cd dance, ma poi me lo dimentico sempre.
Nota triste della settimana: sono stata dal vet a portare la foto di Topo per fare l'annuncio che cerca una nuova casa, mi veniva da piangere!!!
Vi consiglio di andare a vedere il blog haramlik per vedere uno dei miei posti favoriti al mare, Basata. L'autrice del blog è una insegnante qui al Cairo e anche a lei è piaciuto molto, anche se a volte la descrizione è un pò pittoresca. Il sito è http://www.ilcircolo.net/lia/

Wednesday, June 09, 2004

A grande richiesta mi sembra che mi conviene rimanere in Egitto. Diciamo che il gatto e la mia terapista di Feldenkreis sono le motivazioni maggiori.
Forse riesco anche a organizzarmi e a fare comunque qualche missione un pò più interessante di tanto in tanto.
Nel frattempo il lavoro non è molto e quindi mi sto concentrando sulla preparazione alla festa dell'anno che è domani sera da Simon. L'altro giorno abbiamo avuto il music Committee e dopo mezzora che io e Simon parlavamo col DJ specificando che assolutamente non volevamo musica nè latina nè araba, se ne arriva bella bella Fabiola e la prima cosa che dice è: mi raccomando un pò di salsa e di arab pop!!
Visto che è una delle festeggiate non gli si è potuto negare la richiesta... verranno suonate massimo tre canzoni arabe e tre latine. Il resto è tutto un mix eclettico eccetto house e techno che nessuno qui sopporta tranne alcuni ingegneri inglesi che non capiscono una mazza.

Sunday, June 06, 2004

Colpo di scena!! Dopo avermi giurato che non se ne faceva niente pare proprio che la cooperazione italiana approva il progetto che ho presentato a aprile!! Il Comitato si riunisce a fine giugno e a quel momento l'annuncio sarà ufficiale, ma pare che non dovrebbero esserci sorprese e quindi dopo avermi attivamente scoraggiato dal presentarlo ecco qui che me lo approvano!! Al di là della soddisfazione professionale e del piacere di poter fare lavorare una ong locale veramente brava si pone per me il quesito: rimango in Egitto o no? A dir la verità non ne ho ancora parlato con la mia ong e potrebbe essere che loro vogliono mandare qualcun'altro ma direi che in linea di massima potrebbero essere contenti se io resto. Li chiamo domani e poi vi faccio sapere, ma voi nel frattempo pensateci, che faccio rimango in Egitto o verco altrove. Tutto questo ovviamente in attesa che il Benin parte, il che però sarà tra un annetto. Attendo qui o vago nel mondo?? Lascio la via vecchia per la nuova o mi aspetto quieta? Il gran vantaggio: rimango col mio caro Topo per un altro pò!!! Adesso comincio a pensarci, pensateci anche voi e fatemi sapere...

Sunday, May 30, 2004

Scene di vita cairota. Col caldo che comincia a fare sono tornati i venditori di tamarindo. Sono vestiti di colori sgargianti con i pantaloni alla zuava. Sulla schiena portano la brocca di vetro con guarnizioni di bronzo, con dentro il tamarindo e un blocco di ghiaccio gigantesco per mantenerlo fresco. Alla cintura hanno tre o quattro bicchieri. Per versare il tamarindo si piegano e dal beccuccio sulla spalla lo versano nel bicchiere, che viene bevuto immediatamente dal cliente e restituito.
Un povero asinello di un carretto di frutta veniva invece aiutato da un ragazzo a rinfrescarsi mangiando una bella fetta di cocomero. Il ragazzo gliela teneva davanti per alla bocca per la buccia e l'asinello gli dava giù a mangiarsi la polpa.

Thursday, May 27, 2004

Appena sono tornata mi sono messa a lavorare di pubbliche relazioni per cercare di salvare un progetto che ho presentato recentemente e che purtroppo non ha buone possibilità di approvazione!! Quindi riunioni e cenni qui e là per far capire che siamo bravissimi e che se ce lo approvano lo implementeremo benissimo. Tra le altre cose cerco anche di fare un pò pietà col fatto che se non ce lo approvano la nostra situazione in Egitto si fa difficilissima, rimarrà al Cairo un solo espatriato disperato e abbandonato e non troppo esperto. So che i nostri partner egiziani stanno anche lavorando per premere dalla loro parte e chissà che tra gli uni e gli altri non riusciamo a convincere il Comitato di approvazione. Quest'ultimo si riunisce il 15 giugno e quindi fino ad allora avoglia a far pietà!!

Wednesday, May 26, 2004

Ed eccomi di ritorno al Cairo dopo una settimana a Roma dove, vivendo con i miei ho preso i ritmi degli ottantenni e quindi mangiare, dormire e passeggiatine... ogni tanto sono riuscita a sfuggire e ho visto Manu, che lavor a Roma con Aidos e mi ha raccontato un pò di spettegulez della cooperazione romana. Ho anche provato contattare R&C per il progetto in Benin ma il responsabile è via per due settimane e quindi se ne riparla più in là, anche se a parlare con Serena mi sembra ovvio che non se ne parla prima di un anno!! Questo vuol dire che mi devo subito cercare dei lavori e ho deciso di provare a cercare delle missioni brevi in modo che quando poi il Benin si concretizza non dovrebbero esserci problemi a partire. Questo vuol dire che non potrò proprio scegliere il posto o il periodo... speriamo solo di riuscire a trovare qualcosa!!
Nel frattempo al Cairo chiudo tutto, compresa casa mia e gatto e la cosa mi fa un poco poco tristezza. La sola cosa che mi consola è che non avrò più a che fare con personaggi della cooperazione che non amo molto. Da questo punto di vista devo dire che il Cairo è stato un bello zoo!

Saturday, May 15, 2004

Oh! Sto via qualche giorno e il blogger cambia completamente! Speriamo che riesca comunque a scrivere... voi non dovreste vedere nessun cambiamento, è solo il programma con cui scrivo il blog e non il blog stesso.
Comunque reduce da vacanze a mare sono un giorno al Cairo, dove ho messo Francesca e Vittoria sull'aereo per Milano, e domani io stesso viaggio verso Roma.
A Roma dovrei sapere qualcosa per il famoso progetto Benin, che però una ultima mail prevedeva lontanissimo!! Se non comincia entro pochi mesi nel frattempo ho deciso che invece di cercare un altro incarico provo a fare delle missioni brevi. Vediamo se funziona.
Uno sconosiuto nel tag mi faceva notare che ultimamente non mi sto ammazzando di lavoro. E' vero... a parte aver assicurato fondi per altri due anni del progetto e il passaggio di consegne a Jessica e il nuovo progettino, una cosuccia, per i social club in effetti in questi ultimi tempi me la prendo comoda. Ho presentato anche un nuovo progetto per MAIS ma le possibilità di approvazione sono basse... speriamo bene comunque, dovremmo sapere qualcosa a fine maggio.
E' che avendo saputo che devo partire prima del previsto, cioè a giugno invece che a dicembre, devo fare una specie di processo di decompressione, in modo da andarmene con calma, senza rimpianti e senza troppe cose in sospeso o incasinate. Insomma un distacco ragionato, che avrebbe dovuto svolgersi in sei mesi e invece devo accorciare a solo due.
Bon, è comunque stato un bel periodo. Francesca ha confermato che il Cairo è gran lusso e ci siamo divertite molto. Non so se ricapiterà molto presto un posto così comodo e bello... spero di sapere nei prossimi mesi dove andrò a tempi brevi. Nel frattempo non mi faccio angosciare dall'ignoranza, qualcosa uscirà fuori e come al solito sarà interessante e gran bel lavoro.
Cercherò di scrivere da Roma ma non so, sono indecisa se caricarmi il computer...

Monday, May 03, 2004

Prima di tutto un ringrazimento a tutti coloro, conosciuti e sconosciuti che mi visitano e mi hanno fatto toccare un nuovo record a aprile con il maggior numero di hit nella storia del mio blog!!
Detto questo, sono di ritorno da un weekend di vacanza molto piacevole con Francesca e Vittoria a Moonbeach. Adesso ultima settimana di lavoro e poi due settimane di vacanza, a AlQuseir e a Roma. Poi giugno tutto in Egitto, luglio al mare e poi si vedrà. Adesso vado a cercare i siti di offerte di lavoro e vedo cosa trovo.

Sunday, April 25, 2004

Scusate il silenzio ma negli ultimi giorni sono stata presa dall'arrivo di Lara, ex-bangladesh, che viene a vivere al Cairo per due anni. Al momento è mia ospite e si gode una settimana da single. La settimana prossima arriva il marito con i due bambini e in questi giorni siamo state in cerca di una casa. Siccome il suo ufficio è a Maadi lei vuole casa da quelle parti e può spendere abbastanza e quindi abbiamo passato il tempo a vedere case enormi e molto belle. Tutte su due piani, con giardino, cucina, garage e reception a piano terra e sopra family lounge e stanze da letto. Ovviamente tutte le amenities, tipo lavanderia, ripostigli, terrazze o balconi, televisione con satellite, parquet, etc. Gli manca solo la piscina ma in effetti quella costa molto. Devo dire che io nella mia modesta casetta non avevo idea di cosa ci fosse sul mercato... e sebbene sono case che richiedono un sacco di mantainance, e quindi non vorrei mai avere, non mi dispiacerebbe andare ospite per un pò! In una c'era persino il camino! Le invidio molto il giardinetto, chissà forse riesco a piazzare Topo... Questo è il mio cruccio principale al momento. L'idea di abbandonare Topo mi spezza un pò il cuore e non so neanche bene a chi lasciarlo... spero di trovare una soluzione presto se no all'ultimo momento mi fiderò del mio veterinario che ha promesso che può trovargli "a good home".

Tuesday, April 20, 2004

Non solo i tedeschi non hanno rifiutato ma addirittura vogliono darci più soldi!! Tutto merito di Jessica che ha fatto un'ottima impressione. Tranne il fatto che all'inizio ha scambiato il loro capo per l'autista in quanto era lui stesso a guidare la macchina. Infatti ha pensato, che bell'autista, ce l'avessi io... ma poi si è accorta che questo cominciava a far domande e dopo un attimo di perplessità ha notato che tutti gli altri lo stavano a sentire e quindi ci è arrivata che il capo era lui. Molto inusuale che un capo delegazione guidi lui stesso ma devo dire che questi tedeschi sono un pò fuori dal comune. Infatti hanno un programmino proprio bellino, con questi piccoli grant per progetti pilota e altro...
Parlando d'altro, non so se voi avete lo stesso problema ma ogni volta che apro la pagina mi da un messaggio di errore e mi chiede di debug... cosa che io ovviamente mi rifiuto perchè non ho idea di cosa parli. Fatemi sapere se avete lo stesso problema così chiamiamo il nostro gigante, pensaci tu Luca!!

Sunday, April 18, 2004

Oggi i tedeschi sono a visitare Sohag per vedere la fattibilità del nostro progetto "Social Club". Speriamo bene! In realtà ce lo hanno quasi già finanziato ma in effetti io non ho ancora firmato il contratto e quindi potrebbero all'ultimo momento rifiutare!! Il contratto non l'ho firmato perchè l'autista che doveva portarmelo ha smesso di lavorare per loro ma si è portato via la mia busta. Mi fa piacere vedere che anche i tedeschi non riescono a organizzarsi più di un tot in Egitto. Io sarei dovuta viaggiare con loro stamattina ma oramai avevo preso appuntamento per la mia lezione di Voice therapy e quindi gli ho dato buca. La brava Jessica tiene il forte e sono sicura che farà un bel lavoro. tra l'altro lei sa molto più di me come funzionano le cose lì a Sohag e quindi certe cose le sa spiegare sicuramente meglio.
Quanto a Sohag il nostro ufficetto si sta organizzando una piccola gita aziendale a cui noi offriamo generosamente il pulmino del progetto. Vogliono andare a Hurgada, dalla mattina alla sera, dieci ore di viaggio. A me e Jessica sembra un'ammazzata ma per alcuni di loro sarà un'occasione di vedere il mare che altrimenti non potrebbero avere e quindi abbiamo deciso di farli fare un pò come vogliono.
Ah, dimenticavo... Jessica è andata a vedere le mucche in occasione del pagamento dell'assicurazione. Mi ha raccontato una scena esilarante in cui le donne arriviavano al luogo prestabilito con dietro un famiglio che portava la mucchina. Un casino bestiale dove i muggiti e le liti tra i vitelli si moltiplicavano. Un povero signore cercava di difendere un alberello appena piantato dalla mandria impazzita e si incazzava a sua volta con i mandriani. Insomma una simpatica scena campagnola che fa tanto tenerezza a noi cittadini che perfortuna poi ci ripigliamo il nostro pulmino e torniamo al confort del nostro ufficetto.

Thursday, April 15, 2004

Adesso vi racconto un pò di Siria e Libano. Dunque io e Jessica abbiamo viaggiato con un bellissimo jumbo delle Middle East Airlines, che si chiamerebbero anche Air Libanon se non fosse che il Libano non è riconosciuto come stato dai suoi vicini. Arriviamo a Beirut per merenda e dopo aver lasciato le valigie al Foyer Sagesse, economico collegio di suore, ci fiondiamo a mangiare una squisita piadina al formaggio. Io chiedo il formaggio che si fonde e la cameriera mi fa:cashcaval? E vai col caciocavallo dico io!! Squisita. Poi tappe in ben tre librerie meravigliose, anglo-francofone, piene di libri di tutti i tipi, per esempio anche quelli proibiti in Egitto, e di fumetti francesi. Un paradiso per i lettori di tutti i tipi. C’erano anche tutte le riviste possibili e senza pagine strappate!!
Per la cena abbiamo fatto un compromesso tra i miei gusti e quelli di Jessica e siamo andati in un posto dove facevano pizza e sushi. Caro per gli standard egiziani ma ottimo ed abbondante. Il giorno dopo sveglia verso le 11 e colazione tardiva in un caffè che non sfigurerebbe in Europa. Il resto del giorno pigrissimo tra negozi, altre librerie, il virgin megastore dove mi sono comprata un mp3 player e il dvd di Orgoglio e pregiudizio, e la courniche per una merenda con finale di tramonto al Pigeon Rock, un bellissimo faraglione nella baia del porto. Quindi partenza all’alba (7) per Damasco. Taxi in comune per 10 dollari a testa e dopo veloci frontiere e visti ci ritroviamo nel souk più bello che ho mai visto. Simile a Istanbul ma più incasinato e popolare. Acquisti folli di cuscini e tovaglie dorate, e anche dei boa di struzzo!! Pranzo in una vecchia casa settencentesca restaurata, nel cortile con la fontana gli squisiti mezzè, antipasti di tutti i tipi con pane caldo. Verso le 5 di pomeriggio ci riprendiamo un taxi e arriviamo distrutte ma felici a Beirut. Ritorno al Cairo che pare di tornare nel terzo mondo, ma oramai ci siamo abituate.

Wednesday, April 14, 2004

Questo è un blog per la mia Vittorina.
Vittorina carissima!! Guarda che bel vestito che ti ho comprato a Damasco. Vieni subito a trovarmi così te lo metti e ti porto a cena in un bel ristorante a mangiare il sushi.
Un abbraccio fortissimo, zia Alessandra

Tuesday, April 13, 2004

Solo un minuto per dirvi che sono appena tornata da Pasqua a Beirut e Damasco. Il souk di Damasco!! Troppo bello!! Per non parlare di Beirut che in confronto al Cairo sembra Parigi. Adesso mi riprendo rapidamente e prometto di scrivere un pò di più. Voglio solo dire a Vittorina che le ho comprato un bellissimo vestito lungo fino ai piedi, bianco con una cintura di fiorellini e il fiocco dietro. Una robina lussuosissima che si potrà mettere qui in Egitto per uscire la sera con mamma e zia. Bacioni

Thursday, April 08, 2004

Nel post di ieri forse qualcuno non si ritrova ma dovete sapere che si parla da talmente tanto di queste mucche!! Praticamente nel mio progetto una parte è dedicata alle donne povere capofamiglia a cui si fa una serie di formazioni sui diritti e salute e poi si da un micro-credito per attività generatrici di reddito. Ebbene quasi tutte le donne coinvolte vogliono la mucca. Non uccelli, non capre o pecore ma una bella mucca da far crescere, mungere e poi rivendere. Il credito richiesto è intorno ai 250-300 euro, una somma enorme qui. Finalmente dopo due anni che siamo qui a menarla su salute e igiene, diritti e pensione, si è arrivati al momento di sborsare il denaro. Il tutto con appropriata cerimonia a fotografie. Come dicevo la foto insieme alla mucca non se la fa fare nesuno ma abbiamo potuto fotografare una di queste donne con famiglia a carico e almeno la loro foto ve la metto qui

Wednesday, April 07, 2004

Finalmente si stanno comprando le benedette mucche!! Si è ancora un pò indecisi tra il mercato del martedì e quello della domenica ma diciamo che è questione di giorni. Purtroppo non potrò farvi avere la foto della mucca con la sua padrona in quanto qui tutte si rifiutano di comparire nella stessa foto con l'animalo. Per cui vedrò di farmi dare qualche foto delle mucche da sole ma diciamo che il pathos sarà diverso.
Se ci sono farò le foto anche agli uccelli, che siano polli o anatre. Conigli al momento non li ha chiesti nessuno in quanto sono un pò troppo sofisticati per il mercato locale.

Tuesday, April 06, 2004

Nel mio continuo intento di autoperfezionamento ho intrapreso un ciclo di sei lezioni di metodo Feldenkreis. Non vi sto a spiegare i particolari, diciamo che durante la prima lezione di un'ora abbiamo mosso solo le caviglie e nella seconda il collo. Aspetto con ansia le altre. L'intento è il riallineamento posturale e in generale un miglior uso della gravità a vantaggio invece che a svantaggio del corpo. Sempre seguendo questa scia positivistica giovedì incomincio delle lezioni di voice therapy, cioè sull'uso della voce e del respiro. Mi sembra che è un degno modo di lasciare il Cairo dedicandomi a me stessa per questi ultimi tre mesi. Se tutto va bene a fine giugno lascio sola Jessica che si prende la responsabilità di tutto quello che succede qui. E buona fortuna a lei! Perfortuna è bravissima e quindi non ho timori, se non per lei che si fa venire una gastrite da esasperazione. Ma spero che in questi ultimi mesi riesco a infonderle anche un pò della mia flemma e risparmiargli il peggio.
Io a luglio mi fo vacanza e poi forse posso tornare in missione per brevi periodi se proprio c'è bisogno e se no rimango in panciolle fino alla partenza per il Benin. Di cui peraltro non so più nulla e quindi in questi giorni vado a informarmi di nuovo presso la ong che me l'ha proposto e vi faccio sapere.
Per un commento più politico sull'Egitto, totalmente mancante in questo blog, vi consiglio di andare sul sito di cui Luca ha messo l'indirizzo sul tag. Secondo me il mio blog è più divertente ma forse questo vi può interessare con info socio-politiche più pertinenti alla vita egiziana.

Sunday, April 04, 2004

Oggi come potete vedere sono riuscita a ripristinare le foto e quindi vi sorbite subito subito la mia foto preferita: Topo!! Oramai Topo è diventata grassa e grossa ma da piccola era un amorino!!! Insomma come molti di noi...
Adesso scusate ma taglio corto e vado a nanna perchè sono distrutta in quanto è arrivata Jessica e quindi mi fa lavorare come un mulo. Dopo lavoro mi porta anche a fare shopping e mi trascina in spese esagerate che non mi posso permettere. Oggi siamo andate in un negozio di vestiti tradizionali che ammiravamo da tempo ma in cui non osavamo mai entrare per i prezzi proibitivi. Appena arrivate lei si è provata un bellissimo vestito due pezzi, sotto una robina semplice semplice senza maniche e sopra una specie di cappotto di seta lungo fino ai piedi. Una roba magnifica da principessa saudita il tutto di seta rosso scuro veramente bellissima. Io invece adocchiavo da tempo una semplice abeya, cioè un camicione, e finalmente l'ho ordinata nel mio colore preferito: rosa shocking!! Tutta ricamata e ovviamente lunga a misura, fino ai piedi. Adesso dobbiamo subito farci invitare a un matrimonio per sfoggiare gli abitucci.

Saturday, April 03, 2004

THIS IS A TEST POST:


Carissima,
che sia la volta buona? Io l'immagine la vedo e tu? se si, ci siamo: hai un bello spazio web per le tue foto e noi potremo finalmente seguire le tue avventure senza doverti solo immaginare...
ti mando via mail i parametri di connessione ecc.

Allah Akbar!
Luca
PS. ovviamente cancella questo post appena puoi...!

Thursday, April 01, 2004

Oggi bella pausa pranzo con Gaia con succo arancia-carota e insalatona. ieri sera cena di pesce all'aperto. Avete capito bene, qui è arrivata l'estate!!! Si sta di un bene, ma di un bene. Cioè, la povera Jessica è a Sohag con 40 gradi, in mutande sotto al ventilatore e a stento respira... ma io al Cairo ancora sto bene. Anzi non fa ancora abbastanza caldo da andare in piscina dopo lavoro ma spero che quello arrivi presto. Al momento ci accontentiamo dei weekend al mare e anche domani parto con un gruppone di amici, una macchina e un pulmino, per Moon Beach, ameno ritrovo di surfisti inglesi...

Wednesday, March 31, 2004

Ieri mi è successo un bellissimo episodio: ho preso un taxi con Gaia per andare in ufficio. Mentre siamo sul taxi il tassista riceve una telefonata sul cellulare, e ovviamente risponde perchè qui non ci sono leggi contrarie ai cellulari. Ci chiede persino di abbassare la voce che non sente bene... e dopo pochi secondi abbassa il telefono e comincia a invocare dio e baciarsi le mani e sbatterle sul volante. Io e Gaia siamo un pò preoccupate e gli chiediamo cosa c'è e lui ci fa: Ho un figlio!! Dopo dieci anni!! Insomma si capisce che questo da dieci anni ci provava con la moglie con varie cure ma niente. Poi a forza di pregare finalmente è venuto. Il poverino era talmente commosso che si è messo a piangere. Perfortuna in tutti i taxi cairoti c'è una scatola di kleenex e quindi è andato giù di fazzolettini. Ci ha detto che appena ci scaricava correva a casa dalla moglie. Come era contento!!
Anche io e Gaia ci siamo messe di buon uomore e gli abbiamo anche fatto un bel regalo per il figliolo. Ha detto che lo chiamerà Muhammad, come il Profeta. Hamdulillah, che vuol dire grazie a dio.

Tuesday, March 30, 2004

Mi spiace che Francesca di Amsterdam voleva venire a Pasqua ma ho dovuto darle buca perchè, se mi confermano i voli, spero di andare io in Libano. Comunque se non sarà per questa volta sarà per la prossima. Io sto bene e ieri ho cominciato delle lezioni di metodo Feldenkreis. Alla prima lezione di un'ora abbiamo mosso solo le caviglie... questa è la ginnastica ideale per me! Comunque molto efficace visto che mi sono sentita subito più alta e leggera, una meraviglia. Questo weekend sto programmando di andare a Moon Beach con un gruppazzo di amici, giusto per prendere aria buona di mare senza sbattersi troppo lontano. Per il progetto social club non ho più saputo niente. I soliti donatori, tutto in fretta e poi spariscono! Ma spero ancora che mi contattino e se no li chiamo io a fine settimana. Nel frattempo va benissimo l'altro progetto, quello che da crediti alle donne, con cui queste ci comprano vitelli e mucche. Mi sento come se avessimo una gigantesca fattoria!! Se sapessi come mettere foto vi farei vedere le mucche!
Luca, è inutile che mi dici che funzia per le foto, io non riesco a farle comparire!!
Saluti a tutti e a presto

Sunday, March 28, 2004

Caro Luca, grazie. Questo weekend per seguire il tuo consiglio e rimettermi in formissima mi sono messa su un pullman e dopo un viaggio di otto ore, con interruzioni ogni ora per controllo passaporti, sono arrivata con delle amiche alle 3 di notte in quel di Sharm el sheik. Sarà un pò una rimini, vorrei ma non posso, ma debbo dire che l'aria pulita e il mare hanno fatto miracoli e adesso sto molto meglio e già prenotando il mio prossimo weekend. Sulla spiaggia sembrava di stare a Ostia, con famiglie schiamazzanti che girano video a tutto spiano e donne di tutte le età in topless, cosa a cui veramente non sono più abituata e che a rivedere così mi spiace ma fa veramente orrore!! E non per questioni morali ma estetiche. La questione morale non la tocco ma l'opinione che hanno gli egiziani delle donne europee è veramente pessima e si manifesta nel modo in cui siamo state trattate da negozianti e baristi. Abituata al Cairo dove sono molto ossequiosi con le donne, il vedere la finta familiarità, il linguaggio italiano più bieco, che i turisti insegnano ai locali, e in particolare il fatto che ti mettono le mani addosso, oramai per me inaudito, mi ha veramente shockato. Sono oramai una vecchia bacucca ma ammetto che preferisco persone un pò più a modino. Non vedo l'ora di rivedere tutti voi e di farmi un pò svecchiare. Tra l'altro un giorno ho visto il messanger yahoo di Cristina acceso ma non mi ha risposto, mi chiedo se era lei in linea o cosa...
Bon, bacioni e a prestissimo

Thursday, March 25, 2004

Sono ammalata da qualche giorno con influenza e quindi non sono andata in ufficio. Oggi però faccio uno sforzo e vado perchè devo spedire il progetto "social club" ai tedeschi che si riuniscono domenica per approvarlo. Questo vuol dire che se tutto va bene ad aprile cominciamo!! Ci sarà da divertirsi, a decidere se mettere i video o la playstation, le altalene e il girello, il teatrino delle marionette o la pittura... Faremo dei gruppi di giovani e donne per vedere quali sono le cose preferite. Noi prevediamo ping-pong, playstation, video, pic-nic-area. Ovviamente in aree separate per ragazzi e ragazze, che non vanno mai messi insieme. Mica siamo al Cairo dove li vedi passeggiare mano nella mano. Haram!!

Tuesday, March 23, 2004

Allora, tutti vengono in Egitto. Bravi!!
Ben arriva da Berlino il 30 Marzo per la tesi del dottorato. Poi il 20 Aprile arriva Lara che più tardi sarà raggiunta da tutta la famiglia, con un contratto al World Food Program. Poi in teoria mia cugina Francesca viene con compagno e figlia per un paio di settimane, seconda metà di aprile. E poi or ora Barbara mi ha detto che suo fratello Luca viene a fare il cuoco in un villaggio Alpitour!! Corro subito a prenotarmi per farmi offrire una pizza!!
Insomma, venite numerosi a trovarmi, a farmi compagnia, portate salamini, portatemi regalini. Vi aspetto, mi mancate tutti tantissimo!! Bacioni!!

Friday, March 19, 2004

Ma com'è che un sacco di italiane si innamorano degli egiziani?? Capisco che sono molto romantici e insistenti e quindi fa sempre piacere averli intorno... ma possibile che le donne italiane non sappiano vedere al di là del loro naso?? Scusate lo sfogo ma qui sono circondata da ragazze sedotte da messaggi infuocati che poi però quando si tratta di parlare di cose serie cadono dal pero e scoprono che il romantico innamorato è in realtà musulmano fino all'osso, giustamente. Questo vuol dire che dopo un breve periodo di seduzione si passa al fatto che qui l'uomo comanda e la donna obbedisce, punto e basta. E quindi richieste sempre più insistenti di conformarsi alle tradizioni, di compiacere la famiglia allrgata, di cambiare religione, vestiti, cibo, orari, etc. etc. Il problema non è caderci o meno, anche con gli italiani si prendono delle belle fregature e sbagliando si impara. Però a volte le ragazze si ritrovano in terra straniera, sottoposte a leggi di cui ovviamente non erano state messe e conoscenza e quindi senza diritti in caso di separazione. E' ancora peggio se ci sono i figli, che per legge musulmana sono dati al padre. Il mio collega Paolo al Consolato mi raccontava storie incredibili di madri italiane che per riprendersi i figli dovevano organizzare quasi dei rapimenti.
Rimane il consiglio della mia mamma: non dipendere mai da nessuno, essere sempre capaci di sganciarsi economicamente e farsi la propria vita!! Sarà un caso che io non mi sono sposata??

PS Per prenotare gli aerei interni in tempo fatemi sapere le date del vostro arrivo. Prima è meglio è.

Thursday, March 18, 2004

Scusate ma in questi giorni sono stanca morta e non riesco a scrivere. Sarà la primavera? O sarà Jessica che mi fa lavorare come un mulo?? Oggi lei torna a Sohag e io ho il weekend per riprendermi e poi domenica la raggiungo per una paio di giorni, per fare lo Steering Committee del progetto e monitorare il micro-credito alle donne. Si era tentato con Gaia di andare al mare ma come al solito gli aerei sono tutti prenotati. Ma che gli prende ai Cairoti e turisti? Tutti adesso dovevano arrivare? Ieri ho spedito il progettino "social club" ma ancora non ho saputo nulla dalla cooperazione tedesca. Teniamo le dita incrociate! Per il resto con Jessica abbiamo lavorato un sacco su micro-credito, monitoraggio di progetto e preparazione del nuovo progetto di alfabetizzazione e formazione professionale. Io sono distrutta e vi saluto, prometto di rifarmi viva non troppo tardi.
PS Confermato dal 20 al 30 luglio alle famiglie a Capri. Mi raccomando cominciate a organizzarvi!!

Tuesday, March 16, 2004

Ieri sera dopo lavoro Jessica mi porta da Omar Effendi, la Standa locale, e trascinata dal suo entusiasmo mi compro finalmente un nuovo materasso. Era ora! Direte voi che è un pò tardi, considerando che andrò comunque via in pochi mesi... ma non ho resistito alla vista di un materassone a molle bello tosto! E infatti ho dormito di ciocco, riallineando tutte le mie vecchie ossa. Poi ieri sera non siamo andati da Abu el Sid ma da Panevino, ristorante italiano dell'Intercontinental. jessica aveva voglia di una pizza, non male ma ovviamente si mangia meglio a casa nostra...
Oggi ho spedito il progettino ai tedeschi, ansiosi di finanziarci. E' una cosuccia piccola piccola ma sarà una bella differenza per l'associazione locale avere un bel social club!! Vi farò sapere se e quando approvano.

Sunday, March 14, 2004

Quali sono le probabilità di avere due amici che si trovano contemporaneamente in Guatemala? E che entrambi pensino all'Egitto con nostalgia? Mi sembra di capire che il Guatemala non offra le stesse amenità del Cairo...
Oggi giornatona lavorativa con Jessica e Naglaa arrivate da Sohag per mettere le basi del nuovo progetto. Da domani lavoriamo sul progetto del parco pubblico sperando di finirlo in settimana. Quest'ultimo progetto è stato denominato "Social Club" e io e Jessica ci sentiamo molto Buena Vista, con gran progetti di spettacolini e animazione per famiglie!!
Stasera cena tutte insieme all'egiziano Abu el Sid dove si mangiano, tra le altre squisite cose, delle melanzane fritte che sono la fine del mondo.

Wednesday, March 10, 2004

Oggi ho discusso col financial manager del nuovo progetto il bduget e work plan del primo semestre. Che bello progettare e pianificare tutto quello che farai in sei mesi. Spaendo poi che all'ultimo momento le cose cambiano ma così almeno segui una linea generale.
Poi ho scambiato un sacco di telefonate con Jessica a Sohag perchè mi ha chiamato un donatore che vorrebbe darmi i soldi al più presto per un progetto di un parco pubblico in un villaggio a Sohag. I donatori hanno delle date per sborsare i loro soldi e noi dobbiamo aiutarli e dargli la proposta al più presto!! Lungi da noi intallearci, lavoreremo notte e giorno per fargli emettere lo cheque il primo aprile, come richiesto. Il progetto è carino, un parco pubblico in un posto dimenticato da dio. Ma i pochi che ci abitano ne sono entusiasti e hanno messo a disposizione per creare il parco un giardino di gelsi. Resto di un progetto precedente che sperava di allevare bachi da seta nel deserto! Ma almeno gli alberi sono rimasti e faranno da bello sfondo a panchine e giochi e teatrino delle marionette.

Tuesday, March 09, 2004

Oggi ho avuto una bella riunione al Ministero della Sanità, Dipartimento lavoro minorile, per il progetto nella vecchia Cairo. La cosa che mi ha fatto tenerezza è che tutti i presenti erano vestiti modestamente. Cosa che in Italia avrebbe immediatamente squalificato la compagnia come incompetente o peggio. Qui, anche ai gradi più alti i vestiti contano meno e in genere le persone vestono con roba che da noi sembrerebbe usata oltrechè fuori moda. Infatti è sia usatissima che fuori modissima ma ovviamente è quello che ci si può permettere qui e nessuno ci bada. E sicuramente non si cviene giudicati per i vestiti che si indossano.
Ai livelli proprio altissimi c'è più eleganza e si vede che potendo la gente ovviamente ci tiene a mettersi bene. E' proprio una questione di mezzi, non di volontà. Io mi adeguo un pò, nel senso che faccio un mix di roba comprata localmente e di roba italiana. Comunque la mia roba ha il vantaggio si essere sempre nuova visto che mi posso permettere di comprarla spesso e di lavarla in tintoria. Insomma piccole cosa a cui noi non facciamo più caso ma che in queste condizioni più modeste risaltano subito all'occhio.

Monday, March 08, 2004

Oooops, ho chiesto di mettere un link a questo blog in un sito letterario e mi hanno detto che prima devono valutare se è il blog sufficentemente letterario, se no nisba! Devo subito scrivere qualcosa di intelligente!!
Inutile fare vani tentativi, mi sa che dovrò accontentarmi di quelli che capitano sul mio sito in cerca della ballerina mia omonima.
Concludo confermando che qui è tornato il freddo, anche se non gelato. Con Luxor ci riproviamo il prossimo weekend e vediamo se riusciamo a vedere 'ste famose tombe dei nobili. Spero che quest'ultimo sia un riferimento sufficentemente letterario e colto!!
Baci a tutti

Saturday, March 06, 2004

Tempo da lupi, con calo di temperature e venti sabbiosi dal deserto. Si lo so che a voi 18 gradi vi sembrano un sogno ma dopo i 35 dei giorni scorsi siamo stati presi un pò alla sprovvista.. perfortuna la lavanderia mi ha restituito i lpiumino che avevo mandato a lavare pensando che l'inverno fosse finito. Tanto meglio che non siamo partite per Luxor il weekend, come io e Gaia pensavamo di fare. Oggi pranzo al Marriott dove il sole andava e veniva e tutto sommato si stava abbastanza bene. Ho rivisto il banchiere tedesco conosciuto a gennaio... piacere mi piace ma è un pò noioso... chissà, forse conoscendolo meglio...

Wednesday, March 03, 2004

Sto scrivendo un progettino proprio carino per una ong locale che fa programmi educativi per i bambini lavoratori nell'area della Vecchia Cairo. Questa ong lavora nella zona delle concerie che presto verranno spostate in un nuovo quartiere fuori città privando così svariate famiglie del loro lavoro. L'ong vuole offrire ai ragazzi delle alternative professionali, con corsi di formazione in elettronica, computer e idraulica/elettricità. Allora, sappiamo tutti che da un lato questi bambini non dovrebbero lavorare ma la situazione in cui sono queste famiglie è disperata e ogni soldo è benvenuto. Quindi l'idea è quella di offrire dei corsi di qualificazione professionale e fare in modo che questi ragazzi non debbano fare i lavori più pericolosi e mal pagati ma lavori che offrano più opportunità. E i lavori più orrendi chi li fa? Ai problemi non c'è mai fine ed è sicuro che col mio lavoro non salvo il mondo... Se mai mi venite a trovare vi porto a visitare questa ong e vi faccio vedere come lavorano con i bambini, è molto interessante. Presenterò il progetto in aprile e spero proprio che venga approvato e si possa lavorare con loro due anni e creare servizi appropriati e sostenibili (linguaggio della cooperazione).

Tuesday, March 02, 2004

Oggi sarei dovuta partire per Sohag e mi ero attrezzata svegliandomi alle 5.30 e andando in stazione per tempo. Appena arrivata al binario vengo fermata da 3 polizziotti (unoin divisa e due in borghese) che mi dicono che il treno non parte. Io faccio notare che ci stanno salendo degli egiziani e quindi da qualche parte deve andare. Loro dicono che però i binari sono rotti e non arriva a Sohag. Ora io so che mi stanno mentendo in quanto ci sono stati dei disordini tra Assiut e Sohag e non vogliono far partire gli stranieri. Imploro dicendo che sono dell'Ambasciata e devo partire per andare sul mio progetto... niente da fare, si prendono il biglietto e dopo vari giri dal capo della polizia turistica un poliziotto mi porta allo sportello a farmelo rimborsare. Insomma, sono ancora qui al Cairo e non posso andare da nessuna parte. Ho telefonato a Jessica e avvertito che non vado e anche la missione di domani da parte dell'Ambasciata non parte. Andranno solo due egiziani, a fare la valutazione del progetto... speriamo bene. A questo punto la famosa missione di valutazione da parte del capo della cooperazione credo proprio che non ci sarà e ci dovremo accontentare di quello che valuteranno questi due, che sono in realtà degli amministrativi. Così va il mondo della cooperazione...

Monday, March 01, 2004

Oggi mi è arrivata una lettera dal Centrafrica, passata per l'Italia grazie ai frati della missione di Bozoum. Me la spedisce un animatore che lavorava con me, certo Pierre Nzinkate, disperato e bisognoso di aiuto in quanto dopo le ultime guerre civili stanno messi malissimo. Per farmi capire come si sono ridotti mi dice che per 8 mesi hanno dovuto vivere in brousse, cioè nella savana selvaggia, a cui come cittadini certo non erano abituati. Al loro ritorno hanno trovato la loro casa saccheggiata e adesso sono privi di tutto. Mi sto chiedendo come riuscire ad aiutarli visto che certo non è facile far arrivare dei soldi in RCA in questo momento. Forse a Roma ho ancora qualche numero di telefono del Centrafrica... o forse posso scrivere a Coopi laggiù e vedere se mi aiutano loro a fare arrivare qualcosa al povero Pierre. Devo dire che in un primo momento non me lo ricordavo ma poi mi è tornato alla memoria, un simpatico ragazzo con una testa riccioloni e un sorriso gentile. Il migliore animatore del servizio che avevamo messu su a Bozoum con Coopi. Servizio oramai totalmente distrutto dalle guerre civili... ma dalla sua lettera intuisco che adesso fa l'animatore per la missione francescana a Bozoum, così almeno continua a fare un buon lavoro.
Nella sua lettera mi comunica anche della morte del mio autista, Jean-Baptiste, un bel ragazzo, giovanissimo, una lenza di autista che usava il mio pickup come pulmino pubblico. Il povero è morto dopo lunga malattia. Pensando a tutti loro mi sono anche ricordata del mio giardiniere, anche lui un ragazzo, che mi aveva messo su un bell'orto e mi teneva anatre e conigli. Che dio li benedica tutti perchè io a Bozoum ci stavo come un papa.

Thursday, February 26, 2004

Scusate se è poco... oggi per me comincia il weekend e quindi me ne sono uscita dal lavoro un pò prima e sono andata a iscrivermi al mio health club. C'è anche la palestra ma fondamentalmente io uso la sauna/jacuzzi e la piscina. Oggi non avevo il costume e quindi mi sono accontentata di farmi fare un massaggio, poi sauna, doccia, jacuzzi e per finire un succo di arance e carote con una bella pizza!!
Adesso capite perchè rimango al Cairo anche senza stipendio...
Detto questo spero che i soldi arrivino presto e da un lato si potranno ricominciare le nostre varie attività a Sohag e dall'altro finalmente verrò pagata, anche se in pound egiziani.
Altre news: pare che Francesca venga con tutto l'entourage a trovarmi ad Aprile. Inshalla!

Wednesday, February 25, 2004

Mi permetto questa piccola incursione per ricordare a tutti che il 27 di gennaio Mal dei Primitives compie 60 anni. Nel frattempo il template e' a posto (spero): segnalami se qualcosa non ti va, ma mi sembra tutto ok (tranne le foto). (luca)

Tuesday, February 24, 2004

Allora... mia cugina mi chiede di togliere il riferimento alla Litizzetto... ma a me la Litizzetto mi piace tantissimo!! E' la mia scrittrice comica preferita, è bravissima! E quindi Francesca mi spiace ma non tolgo proprio nulla. Tranquillizzati, tanto questo blog lo leggete tu e Luca e quindi non credo che ti sputtano con nessuno.
Baci a tutti

Friday, February 20, 2004

Scusate ma lo devo dire a tutti, mia cugina Francesca Filiasi scrive su un mensile, Donna, ed è la giornalista preferita di Luciana Litizzetto. E adesso intervista anche le Iene.
Insomma è brava o no? Di più!! E' bravissima e si merita tutta la nostra ammirazione e incoraggiamenti!!
BRAVA FRANCESCA!! Continua a scrivere così e facci sognare!!
Baci e abbracci anche dal Cairo

Monday, February 16, 2004

Già tornata. Sono stata rapidissima, solo il tempo di andare a disintegrare il computer di mio fratello e sono tornata. Ho passato il weekend cercando di rimediare prima a un disastro suo e poi a un disastro mio ma le cose sono andate malissimo. Perfortuna oggi il tecnico glielo ripara per 80 euro e non devo comprargliene uno nuovo. Per il resto niente di nuovo. Ho fatto gli auguri al mio babbino che compie 82 anni e ho rivisto Emanuela che sebbene gli manchi il Cairo si trova molto bene a Roma, fidanzato compreso. E brava!!
Adesso mi rimetto in riga qui al Cairo con un sacco di lavoro. Domani arriva anche Jessica da Sohag e lavorerò con lei tutta la settimana. Dobbiamo fare la chiusura di un progetto del Ministero degli Affari Esteri e la cosa prenderà un sacco di lavoro tra contabilità e rapporti. tra l'altro lei si deve trovare una casa qui in modo da lavorare più stabilmente al Cairo in modo che a giugno possa prendere il mio posto e io possa chiudere con l'Egitto. Che si fa questa estate? Oltre che vederci tutti a Capri...
Un bacione e a presto

Friday, February 13, 2004

Visto che mi leggete io vi scrivo...
Oggi parto per Roma il weekend e presto quindi potrò telefonarvi! Il viaggio è dovuto alla fine del contratto e quindi il biglietto deve risultare usato se no non c'è il rimborso. Da questo momento sono ufficialmente disoccupata fino a che il Governo Egiziano non ci versa i soldi del nuovo progetto. In realtà torno in Egitto e lavoro come al solito sperando però che i soldi arrivino presto e che non rimango più di un mese senza stipendio. Il nuovo progetto è interessante, aiutiamo le organizzazioni locali a creare corsi di alfabetizzazione e formazione professionale per i figli delle donne povere aiutate dal primo progetto. Così si crea una bella sinergia familiare e forse forse escono dalla povertà, inshalla!!
Mah, speriamo bene.
Al momento la cosa che mi preoccupa di più è un gattino appena nato, tutto nero, abbandonato nel giardino sotto casa. Sono scesa giù e ho chiesto ai guardiani se c'è la mamma e loro mi hanno risposto di si... speriamo bene anche qui perchè è veramente piccolissimo e non credo che potrebbe mangiare da solo. E io sto per partire... d'altra parte questa è la stagione delle gatte incinte e quindi presto saremo sommersi di gattini abbandonati!! Ma perchè ho questa fissazione con i gatti!?!?
Adesso vado a prepararmi al viaggio, perfortuna non ho valigia visto che vado solo due giorni. Ma al ritorno vorrei portarmi un pò di salami e Gaia mi ha chiesto il succo di mirtillo e quindi mi porto un piccolo trolley come bagaglio a mano.
Un saluto a tutti e a presto

Sunday, February 08, 2004

Mara mi chiede se è fattibile l'Egitto per due donne sole senza tour operator... mettiamola così, se avete già viaggiato in paesi simili è possibilissimo, l'Egitto è strasicuro e finchè vi muovete in luoghi comunque turistici il peggio che vi capita è il tassista che vi chiede troppo.
Se invece non avete mai viaggiato in paesi simili vi consiglio tutto sommato di affidarvi a qualcuno. O un tour operator dall'Italia o qualcuno qui in Egitto, tipo travco, che trovate su internet.
In tutti i casi i posti più turistici sono effettivamente quelli più belli, Luxor, Aswan, il Sinai... in due settimane si può vedere tutto con calma. In una settimana concentratevi su Cairo e Luxor. Ottime le guide lonely planet.
E Bon Voyage!!!
Caro Luca,
come non detto. Sono o n on sono un genio? Ho rimesso il tag andandolo a prendere dal vecchio template che avevo salvato. Ho anche rimesso a posto il tutto con il programma aracnophilia. Così sono venuta a sapere che qualcuno è arrivato a questo sito chiedendo a google "foto di pollo arrosto"... a parte tutto a chi possono interessare le foto di un pollo arrosto!!
Comunque mi sto un pò riprendendo e forse ricomincio a scrivere. Statti bene e baci a tutti voi
Caro Luca, ti scrivo direttamente tanto mi pare che qui sei il solo a visitarmi... in effetti col cambio di layout ho perso la tag che mi faceva vedere chi e quando mi veniva a trovare e quindi non sono più motivata a scrivere. Pensi che sia possibile riprendere la tag?
Quanto al resto ho avuto un weekend di totale riposo dopo una missione di tre consulenti durata due settimane. Perfortuna è andata benissimo ma ho passato il sabato a letto in coma cercando di riprendermi dalle numerose cene e pranzi abbondanti. Adesso che sono partiti ho un sacco da fare e spero di riuscire a digiunare un pò e disintossicarmi. Ho cominciato ieri sera bevendomi mezzo litro di spremuta d'arancia appena fatta. Squisita. Stamattina mi sono svegliata alle 5 e non riuscendo a riprendere sonno mi sono persino fatta 20 minuti di ginnastica che mi hanno definitivamente sfiancato!! Forse esagero...

Tuesday, January 20, 2004

Scusate ma ultimamente proprio avevo altro da pensare... lo so lo so, voi mi direte che faccio poco e avrei bene il tempo di scrivere due righe... che dirvi, questo blog mi sembra un pò vecchio, l'egitto per me è diventata una routine ed è difficile pensare a qualcosa che possa interessarvi. Adesso è cominciato un nuovo anno dove il lavoro dovrebbe andare un pò meglio, cioè il lavoro per fortuna va sempre bene ma dovrebbero esserci più attività e cose in ballo e quindi un pò più di entusiasmo. E poi che dirvi, fino a che non torna il caldo e non posso spararmi in piscina tutti i giorni mi sento un pò spenta... ma che viziata!!
Un abbraccio a tutti e a presto,
Alessandra